jonathan


Chi sono

Classe 1968, da sempre innamorato della Montagna e di quello che offre.
L'escursione, l'arrampicata, il ghiacciaio, lo sci alpinismo e fondo, lo snowboard, la fotografia.... ma anche i compagni di viaggio, le persone, l'amicizia e.... la polenta in rifugio!

L'anno ideale:
Ottobre - Dicembre: arrampicata in falesia.
Dicembre - Aprile : Sci Alpinismo
Maggio - Luglio: si sale qualche bella via di Montagna
Luglio - Settembre: si va verso i ghiacciai e le vie in quota.

Attività montana iniziata nel 92 come allievo della scuola di Alpinismo Gervasutti di Torino, proseguita intensamente sino al 2005 (6b da primo su vie di più tiri, Machabi, Sbarua), due corsi di sci Alpinismo con il CAI di Ivrea.
Più saltuaria negli anni successivi (lavoro e famiglia).
Buona preparazione per quanto riguarda tecnica, manovre e sicurezza; prediligo l'esperienza in se, alla prestazione e alla ricerca della difficoltà o del pericolo.

Non cerco la prestazione, la difficoltà o il pericolo a tutti i costi, ma mi piace cercare di migliorare il mio livello e mi piace farlo in buona compagnia.

Vorrei ricreare il giro di “Compagni di Merenda”, quindi se qualcuno la pensa allo stesso modo e vuole ampliare il proprio giro… organizziamo.... :-)

Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Lungo ma strada ottima sino alla Diga, con comodo parcheggio.
Avvicinamento su ottimo e ben tracciato sentiero, un po’ rognosa l’ultima parte in pietraia e sfasciumi. Divertente e facile lo zoccolo, sino all’attacco. Via in buone condizioni, grazie a chi ha provveduto alle soste, aiutano ad aumentare il grado di sicurezza e dare direzione alla via, che comunque è sempre intuibile. Bella arrampicata, atletica, facile ma non banale, su ottima roccia. Qualche chiodo qua e là, per il resto ampie possibilità di integrazione con pezzi medi (nut, abalak, friend). Discesa in doppia, con prima calata ben visibile fronte croce di vetta. Le altre comunque ben intercettabili sulla verticale della prima. Particolare l’ultima, calarsi con i piedi nel vuoto fa sempre un po’ di effetto. A mio avviso conviene fare anche le doppie attrezzate sullo zoccolo, che aiutano a velocizzare e superare il nevaio.
Veramente una bella via, salita a tiri alterni. Un’altra bella avventura, per il trio (Jonathan, Luther e Dani). Ambiente spettacolare.

Eccola là.

Eccoci là
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Ottimo sino al campo base di Chiappera.
Ottima roccia. Protezioni in buono stato, così le soste, da collegare. Alcune un po’ scomode, in 4 si stava stretti. La via è molto bella, varia, mai banale; tiri delicati e tiri più atletici. Frequenti opportunità di integrare là protezioni.
Attenzione dopo L7, per arrivare ad incrociare la normale, per quanto sia facile, non si sono protezioni e nemmeno soste.
Via molto bella.
Usati per la prima volta gli Abalak della Kouba: giocattoli interessanti, a metà tra un friend e un nut facili da posizionare, un po’ meno da rimuovere.
Un altra bella ( e lunga) giornata per il solito quartetto (Chiara, Daniele e Diego) forse un po’ lento ma affiato e attento alla sicurezza così come al divertimento.
Graziati da un temporale di cui abbiamo solo sentito i tuoni e visto là nuvole in lontananza.

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Strada un po’ stretta ma in ottime condizioni, sino alla borgata dove si parcheggia.
Bella placconata, tecnica e in ottime condizioni. Protezioni ben posizionate.
Un po’ fuori stagione, arriviamo che le pareti sono ancora bagnate dalla pioggia della notte, ma si asciugano mentre ci dedichiamo al avanino. E scappiamo alle prime gocce d’acqua dopo il 6b+ di Franco.
Ore ben spese con Frenko e Massimo.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Solito parcheggio del Bourcet , accessibile falla strettoria o, meglio dalla sterrata poco prima.
In ottime condizioni. Protezioni essenziali ma c’e quello che serve, comunque buone possibilità per aggiungere protezioni volanti. Peccato per uno spit ribattuto e non sostituito appena sopra il tiro chiave, sarebbe stato utile.
Un paio di passi un po’ terrosi ma nulla di che.
Bella via, interessante e divertente, lunga e faticosa, specie ad inizio stagione, tirata tutta da primo.
Da non sottovalutare il rientro, specie con un canapone da 70 metri sulle spalle...
Diego, Daniele e Chiara sempre ottimi compagni, sia fronte roccia che fronte birra.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Ottimo in autostrada sino alla partenza della SkyWay
Cresta ancora innevata, ma sfondosa, condizione che rende la traversata ancora più bella ma che richiede ancora più attenzione, specie nelle fasi di discesa. Ampia possibilità di protezioni volanti, tra spuntoni e spazi per friend. Dove serve ci sono comunque le protezioni in loco, spit, alcuni un po' ballerini e soste.
Più facile e meno esposta di quello che mi aspettassi, comunque aerea, con panorami mozzafiato. Nell'insieme molto bella e ingaggiosa. Un po' lenti, sul ghiacciaio e in cresta, forse qualche tiro in sicurezza di troppo, ma la prudenza non é mai troppa. Rientro e notte al Torino; ospitali e gentili, nonostante non fossimo previsti come ospiti.



[visualizza gita completa]

Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Ottimo sino a Cervinia. Parcheggiato ad inizio paese sulla SX
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Seguita integralmente la pista del Trofeo Mezzalama (paline verdi).
Così facendo la gita é fattibile anche con gli impianti aperti ed é un ottimo allenamento.
In discesa per le piste, ottima neve, e qualche breve tratto fuori su crosta portante.
Giornata splendida, meteo eccellente. Gita forse monotona vista la vicinanza agli impianti e il tracciato preconfezionato ma il paesaggio appaga lo sguardo e la salita, lunga, le gambe. D'obbligo almeno due birre, una al rifugio, accompagnata da un abbondante tagliere e l'altra sulla via del ritorno.
Grazie alla ottima compagnia di Luther, Dani, Cip e Chiara.
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: assente
note su accesso stradale :: Ottimo sino al Pian della Regina dove si parcheggia.
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Gita ancora in buone condizioni, viste le temperature della settimana scorsa, sciabilissima soprattutto nella parte alta.
Portage dal Pian della Regina, sino circa a quota 2100, poi primaverile.
In solitaria, bella gita, molto caldo nella parte alta e al ritorno.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: buono sino alla sterrata, poi meglio una macchina non tanto bassa e dimensioni contenute.
Falesia e materiali in ottime condizioni, vista anche la recente apertura. Attenzione ai tiri tracciati in diagonale, dai quali, alla calata, si finisce su chi sale la via più prossima a sinistra.
Bella giornata che si é raffreddata nel pomeriggio. Un bel posto, un po' affollato, ma in falesia, il piacere é anche scambiare qualche battuta con gli altri avventori.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: ok. Ai Dairin nessun problema di parcheggio in settimana.
Bella via, impegno tecnico e di forza. Super protetta, l'ideale per cimentarsi anche se non si ha il grado pieno. Molto bello il traverso del secondo tiro.
Questa volta in quattro, così, due cordate che hanno reso bene in parete e ancor di più con le 8 medie al rifugio. Bella giornata tiepida, da arrampicare in maniche corte.


Il traverso del secondo tiro.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Ottimo sino al piazzale delle funivie di Oropa.
Via ben descritta sul sito Montagna Biellese. Molto bella la placca del secondo tiro, veramente ben protetta, tutt'altro che banale, é un ottimo esercizio per i ramponi su roccia. Bella anche la variante in fessura a sinistra della linea degli spit, da proteggere (sarà per la prossima volta).
Un via di misto tanto più bella e ingaggiosa , quanto più l'inverno é presente (neve e ghiaccio). Oggi più primaverile che invernale, giusto un po' di neve portante nei tratti tra i salti di roccia e sulla cresta finale.Rientro lungo la ex pista di sci.
Con queste condizioni la si fa abbastanza in fretta e si riesce a tornare in tempo per una ottima polenta al rifugio. Sempre in buona compagnia con Luther e Dani.

La placca del secondo tiro.


La cresta finale
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Tribolazione (Becco Meridionale della) Via Malvassora (12/07/19)
    Provenzale (Rocca) Via Bonino - Perino - Girodo (29/06/19)
    Borgone Avanà (Falesia) (22/06/19)
    Bourcet - Parete del deltaplano Sperone centrale (15/06/19)
    Entreves (Aiguille d') Cresta SO (23/05/19)
    Teodulo (Rifugio) da Cervinia (13/04/19)
    Meidassa (Monte) da Pian della Regina (23/03/19)
    Cateissard Cateissoft : la falesia delle scuole (09/03/19)
    Sbarua (Rocca) Febbre gialla (22/02/19)
    Mucrone (Monte) Aspettando Nessi (16/02/19)
    Bosco (Cima del) da Thures (02/02/19)
    Mombarone (Colma di) da San Giacomo per i Monti Torretta, Cavalpiccolo e Cavalgrosso (26/01/19)
    Garitta Nuova (Testa di) da Pian Munè (05/12/18)
    Coudrey (Monte) Doctor Jimmy (19/10/18)
    Ostanetta (Punta) Via delle Fessura (28/09/18)
    Winkler (Torre) normale con Winkler-riss (23/09/18)
    Stabeler (Torre) Via Stabeler e Helversen (23/09/18)
    Delago (Torre) spigolo SO - via Piaz (22/09/18)
    Oriana (Placche di) - Settore Sinistro Scaccia Pensieri (15/09/18)
    Germana (Torre) Spigolo Boccalatte (08/09/18)
    Raty (Bec) Verde Smeraldo (02/09/18)
    Collerin (Passo del) da Pian della Mussa, giro dell'Uja di Bessanese (4 gg) (22/08/18)
    Cevrè (Falesia del) (18/08/18)
    Clarì (Punta) Un Pas Vers Le Ciel (11/08/18)
    Fiori (Parete dei) (08/08/18)
    Cristalliera (Punta) Torrione Centrale, Via Super Bianciotto (18/07/18)
    Udine (Punta) Via Alice 120-80 (15/07/18)
    Carra Saettiva (Roc du Preve - Settore Dx) Giochi di Primavera (11/07/18)
    Breithorn Occidentale Via Normale da Plateau Rosà (30/06/18)
    Zerbion (Monte) da Promiod (17/06/18)
    Venezia (Punta) Canale N e Cresta NO (10/06/18)
    Saurel (Cima) da Bousson (18/03/18)
    Fournier (Cima) da Bousson (18/02/18)
    Ghincia Pastour (Monte) da Crissolo (10/02/18)
    Sea Bianca (Punta) da Pian della Regina (28/01/18)
    Machaby (Corma di) Bucce d'arancia (17/09/17)
    Rocciamelone da la Riposa (10/09/17)
    Grande Ala (Parete della) Sole d'Autunno (27/08/17)
    Roma (Punta) Via Normale da Pian del Re (27/08/17)
    Battaglia (Cima) Diretta San Quirico (21/08/17)
    Viso Mozzo Diedro Michelin-Carignano (05/08/17)
    Castello (Rocca) King Line (06/07/17)
    Furgon (Monte) Parete NO - Furgon Plaisir (17/06/17)
    Montestrutto (Falesia di) (30/04/17)
    Sbarua (Rocca) Sperone Cinquetti - Via Normale (09/12/16)
    Clari (Rocca) Ferrata Mario Perona - Aldo Saglia (14/05/16)
    Orrido di Foresto (Ferrata dell') (24/04/16)
    Aquila (Punta dell') da Serre Moretto, anello per Monte Muretto, Cugno Alpet, Punta Meina, Merla, Cucetto (06/02/16)
    Mombarone (Colma di) da Ivrea (16/01/16)
    Basei (Punta) dai Piani del Nivolet (28/08/15)
    Taou Blanc (Monte) dai Piani del Nivolet (08/08/15)