Ciantiplagna (Cima) dal Colle delle Finestre

Ciantiplagna (Cima) dal Colle delle Finestre

Dettagli
Dislivello (m)
673
Quota partenza (m)
2176
Quota vetta/quota (m)
2849
Esposizione
Sud
Grado
E
Sentiero tipo, n°, segnavia
strada militare, poi sentiero evidente

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
Semplicissima escursione, interamente su ex strada militare, che offre un paesaggio a 360° veramente degno di essere ammirato. Consiglio la salita a fine Maggio - inizio Giugno, per la fioritura che caratterizza il Pian dell'Alpe.
Sono presenti due fontane, una al colle delle Finestre l'altra dopo poche centinaia di metri dall'inizio della strada militare, Fontana Murò.
Descrizione

Lasciata l’auto al Colle delle Finestre, si scende di 200 m percorrendo la strada asfaltata, fino ad un edificio in cemento sulla destra, dove una sbarra in legno annuncia l’inizio della strada militare colle delle Finestre-Gran Serin. La si segue con percorso dolce con lunghe tagliate nelle pendici dei monti Pintas e Fattiere, percorso molto panoramico con spesso tratti a picco su Pian dell’Alpe. Attraversati alcuni canaloni dei tornanti ravvicinati conducono al Colle della Vecchia, dove si trova il curioso Dente della Vecchia.
Da qui si apre il Vallone Barbier, ampio e dolce; invece di seguire interamente la strada si possono tagliare gli ampi tornanti puntando alla Punta del Mezzodì, nei pressi della quale è visibile una casermetta (ex stazione eliografica, bacheca illustrativa).
Si può brevemente salire al vicino cucuzzolo di Punta del Mezzodì.
Si ritrova la strada militare e la si segue in direzione dell’ormai vicina Cima Ciantiplagna, passando a destra di un ricovero, e raggiungendo il cartello indicante sulla destra il sentierino per la cima. Lo si segue senza possibilità di errore per prati fino alla croce.
In discesa, con una breve digressione dal cartello che indica la Ciantiplagna, si continua verso nord fino ad un colletto erboso verso la Roche Pertuse, perdendo qualche metro di dislivello.
Qui inizia la crestina rocciosa molto facile (o in alternativa sentierino su entrambi i versanti) che raggiunge l’aerea sommità di questa montagna minore. Il nome deriva dai curiosi buchi e fessure tra i massi.
Per la discesa si può ritornare indietro sul percorso di salita, oppure dal colletto erboso scendere senza sentiero per il Vallone Barbier puntando direttamente al Dente della Vecchia, e quindi Colle delle Finestre.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Bibliografia:
In Cima (nelle Cozie Centrali)
andrea81
26.06.2020
1 mese fa
10 mesi fa
1 anno fa
2 anni fa
3 anni fa
4 anni fa
5 anni fa
6 anni fa
7 anni fa
8 anni fa
9 anni fa
10 anni fa
11 anni fa
12 anni fa
13 anni fa
14 anni fa
15 anni fa

Tracce (3)

Condizioni

Link copiato