Fer (Cima) Via Gervasutti

Fer (Cima) Via Gervasutti

Dettagli
Dislivello (m)
1300
Quota partenza (m)
1350
Quota vetta/quota (m)
2621
Esposizione
Nord-Est
Grado
D+

Località di partenza Punti d'appoggio

Avvicinamento
dalla chiesetta di campiglia soana seguire il sentiero per l'alpe antena,non sempre evidente e a tratti coperto dalla vegetazione. Raggiunto l'alpeggio traversare sulla pietraia e puntare a un canale detritico ascendente verso sinistra (presenza di vecchi cordini a terra)che con qualche facile passaggio su roccette porta su delle cenge erbose; traversare ancora verso sinistra fino a raggiungere il marcato sperone (20 min dall'alpe antana)
Note
La cresta gervasutti è quella maggiormente dentellata e si sviluppa per circa 400 m su roccia sempre solida.l'itinerario è molto logico e intuitivo, ci si protegge bene e nei tratti un po' più impegnativi sono sempre presenti dei chiodi.
Materiale consigliato: 5-6 rinvii,1 serie di friend,fettucce e casco. scarpette non obbligatorie
Descrizione

si segue il filo di cresta con piacevole e facile (II-III) arrampicata fino ad arrivare alla base delle prime difficoltà, un gendarme giallo che si scala sulla destra con due tiri di IV-IV+.
terminato il gendarme qualche metro in discesa riportano sul filo di cresta dove si prosegue fino ad arrivare a una piccola forcella con di fronte una placca inclinata ascendente verso destra.
traversare sulla placca e recuperare un diedro canale sempre verso destra che porta su un muro dove, con passi atletici si gira lo spigolo e segue una evidente fessura in discesa (IV+). da li si prosegue facilmente per qualche lunghezza fino ad arrivare a un diedro liscio con numerosi chiodi (V o A0) che forse può essere aggirato sulla destra su terreno più facile ma esposto.
dalla cima del diedro le difficoltà si abbattono e si segue la cresta con va via via allargandosi fino a raggiungere la cima. la discesa si effettua seguendo la cresta ovest fino ad una forcella dove guardando verso nord si intravedono degli ometti e delle tracce su cenge detritiche. seguirle con un paio di lunghi ed esposti traversi fino a un netto traverso verso ovest che porta in un canalone detrico e da li all’ alpe antena

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Bibliografia:
Gran Paradiso e Valli di Lanzo – le 100 più belle ascensioni
gratta
01.08.2020
2 settimane fa
3 settimane fa
1 mese fa
11 mesi fa
1 anno fa
2 anni fa
3 anni fa
4 anni fa
5 anni fa
6 anni fa
7 anni fa
23 anni fa

Condizioni

Link copiato