Roc (Il) traversata Punta di Ceresole, Cresta Gastaldi, Il Roc

Roc (Il) traversata Punta di Ceresole, Cresta Gastaldi, Il Roc

Dettagli
Dislivello (m)
2196
Quota partenza (m)
1960
Quota vetta/quota (m)
4026
Esposizione
Est
Grado
PD

Località di partenza Punti d'appoggio
rifugio Vittorio Emanuele II

Note
Itinerario grandioso con visioni spettacolari sui versanti sud e est del Gran Paradiso.
Il Roc è il punto culminante dello spartiacque Orco - Dora (la vetta più elevata del Canavese e della Provincia di Torino); da esso si stacca verso nord la cresta comprendente la massima elevazione del Gran Paradiso.
Riservare particolare attenzione nella scalata della Cresta Gastaldi.
In alternativa al Rifugio Vittorio Emanuele II si può partire dal Bivacco Ivrea, nel vallone di Noaschetta.
Descrizione

Dal Rifugio Vittorio Emanuele salire al Colle del Gran Paradiso (3345 m) e raggiungere il ghiacciaio di Noaschetta. Attrversare il ghiacciaio fino alla base dello sperone meridionale della Punta di Ceresole, costeggiandolo fino a q. 3290. Contornare a ovest la q. 3290 e risalire verso est il lembo del ghiacciaio che si spinge in quella direzione fino ai piedi di un ben marcato canale che scende dal piccolo ghiacciaio sospeso. Risalire le facili rocce ben gradinate della sponda destra, oppure superare le rocce a est del canale, accessibili in più di un punto, giungendo così al ghiacciaio sospeso di media inclinazione. Di qui, tenendosi sulla sinistra di un altro canale, portarsi in cresta, a breve distanza dalla vetta della Punta di Ceresole (3777 m).
Scendere per facili roccette e neve al Colle Chamonin (3698 m); proseguire fino all’attacco della cresta, che si segue per il filo, appoggiando, talvolta, leggermente sul versante Tribolazione, eccetto l’ultimo torrione che si aggira per un’esile cengia sul versante Noaschetta (arrampicata divertente su roccia buona, ma molto esposta; attenzione ad alcuni massi instabili).
Un ultimo tratto nevoso conduce alla vetta (Cresta Gastaldi, 3894 m). La cresta nevosa scende ora al Colle dell’Ape (3873 m).
Salire per una trentina di metri in direzione della cresta est del Roc, poi salire obliquamente a sinistra per facili rocce rotte sul versante Noaschetta fino ad uno stretto e profondo canale camino che porta ad un intaglio sulla cresta sud del Roc (un chiodo alla base, uno a metà ed uno all’uscita), vicinissimo alla sommità (4026 m – ometto – cassetta con quaderno dei visitatori).
Scendere sul ghiacciaiodi Laveciau (eventualmente con una corda doppia) e superare in discesa la crepaccia terminale, portandosi così sulla via normale del Gran Paradiso, che si può raggiungere in pochi minuti.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
guida dei Monti d'Italia - Il Gran Paradiso - CAI-TCI
Bibliografia:
guida dei Monti d'Italia - Il Gran Paradiso - CAI-TCI
stefanomerlo
19/08/2018
2 anni fa
15 anni fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Stazione Meteo 1951m 100m

Valsavarenche – Pont

Webcam 1961m 550m

Valsavaranche – Pont

Webcam
Stazione Meteo 1651m 4.5Km

Valsavarenche – Eaux-Rousses

Webcam 2750m 4.6Km

Rifugio Chabod

Webcam
Stazione Meteo 2170m 6Km

Valsavarenche – Orvieille

Link copiato