Pagliaio (Picchi del) Traversata Accademica

Pagliaio (Picchi del) Traversata Accademica

Dettagli
Dislivello (m)
1000
Quota partenza (m)
1100
Quota vetta/quota (m)
2030
Esposizione
Varie
Grado
PD+

Località di partenza Punti d'appoggio

Avvicinamento
Arrivati al fondo della strada che porta alla frazione Ruata parcheggiare e poi seguire la mulattiera sulla sx, fino ad incontrare un pilone votivo. Si continua direttamente fino a raggiungere la borgata Ciargiur del Forno (fontana). Risalire la mulattiera del sentiero 418 quindi piegare a sx (indicazioni) puntando alla cresta del Pagliaio. Seguendo il sentiero, risalire la cresta fino ad un colletto dove il percorso passa nettamente sul versante sud (Sangonetto) e inizia un lungo traverso sotto i picchi.
Qui ci sono due opzioni: 1) abbandonare il sentiero e, seguendo frecce e tacche di vernice gialla, proseguire sulla cresta (ghiaione) e quindi sul lato nord fino ad un colletto alla base del primo picco dove le tacche proseguono in discesa sul versante sud in direzione del torrione Vollmann; 2) proseguire sul sentiero a mezzacosta sul versante sud fino ad un tratto con corde fisse, abbandonare il sentiero e per ripidi prati ed una pietraia raggiungere la traccia precedente poco prima dell'attacco.
Note
Facile e divertente itinerario in cresta. La traversata est-ovest dei tre picchi è molto bella e panoramica e non presenta passaggi obbligatori, permettendo numerose varianti di media difficoltà. La roccia di serpentino è abbastanza solida ed è in alcuni tratti molto scivolosa a causa della grande frequentazione. E' necessario qualche rinvio, nut ed friend medio-grandi, fettucce e cordini per i numerosi speroni rocciosi .
Descrizione

Risalire sulla sx prima per comoda pietraia e ripide teppe erbose fino alla base del salto roccioso finale del primo picco che si supera sulla sx del filo (passo di III-, chiodo).
Dalla cima del primo picco scendere un camino sulla sx o una rampa sulla dx del filo, che in basso si ricongiungono, fino al colletto sottostante (caratteristico arco di roccia). Questa discesa può effettuarsi anche con una calata di 25 m (sosta attrezzata). Proseguire lato sud fino ad una placca inclinata (due golfari alla base). Si sale la placca verso dx (II+) e si raggiunge un terrazzino erboso, si attacca quindi un ripido camino o il muro alla sua sx (II+, chiodo in alto). Si traversa un po’ a dx e si scala una placca più liscia con una fessura (chiodo, III/III+ a seconda del percorso). Si raggiunge così il picco centrale.
Continuare per cresta frastagliata arrivando, dopo una breve placca un po’ liscia (III-, chiodo), all’ancoraggio per una corta calata in doppia che porta alla base dell’ultimo torrione. Risalirlo per cresta facile fino al salto finale che si può vincere sullo spigolo di sx (II+).
Dalla vetta scendere lungo la cresta ovest ancora rocciosa (doppia su cordone e golfaro per gli ultimi metri) e giunti al colletto erboso imboccare un ripido canalino erboso molto scivoloso che discende lato sud. Qui trovano i resti di uno cavo fisso d’acciaio ormai arrugginito e numerose soste per eventuali calate in doppia (consigliate). In basso si piega a sx e si incontra il sentiero che passa sotto i picchi.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
Fraternali 1:25000 n.6 Pinerolese Val Sangone
Bibliografia:
Valsangone in Verticale (Alzani Editore)
spiderobby
23.06.2020
4 mesi fa
6 mesi fa
2 anni fa
3 anni fa
4 anni fa
5 anni fa
7 anni fa
8 anni fa
9 anni fa
10 anni fa
11 anni fa
13 anni fa
14 anni fa
15 anni fa
16 anni fa
18 anni fa
23 anni fa
27 anni fa
42 anni fa

Tracce (1)

Risorse nelle vicinanze
Webcam 1986 mamsl 6.1Km

Coazze – Rifugio Alpe della Balma – Verso Valle

Webcam 1986 mamsl 6.2Km

Coazze – Rifugio Alpe della Balma – verso monte

Webcam 1726 mamsl 6.9Km

rifugio Fontana Mura

Webcam 730 mamsl 7.2Km

Coazze

Link copiato