Sea Bianca (Punta) da Pian della Regina e la Punta Raboi

Sea Bianca (Punta) da Pian della Regina e la Punta Raboi

Dettagli
Dislivello (m)
1007
Quota partenza (m)
1714
Quota vetta/quota (m)
2721
Esposizione
Sud-Ovest
Grado
E
Sentiero tipo, n°, segnavia
Sentiero GTA fino al colle, con segni bianco/rossi, poi rari ometti

Località di partenza Punti d'appoggio

Avvicinamento
Si risale la valle Po superando Crissolo fino al Pian della Regina (la strada viene chiusa qui durante i mesi invernali); altrimenti si prosegue fino al pian del Re (parcheggio a pagamento).
Note
Escursione facile su comodo sentiero fino alla Sea Bianca; per raggiungere la Punta Raboi (grossa croce in ferro) si segue la cresta che si dirige a SE, dapprima di terra e pietrisco, poi di roccia calcarea. Con percorso aereo e panoramico su roccette si raggiunge la Punta Raboi.
Dalla Sea Bianca, panorama splendido su tutto il gruppo del Viso e su tutto l'arco alpino in generale, con Monte Rosa e Cervino in bella evidenza. Nelle giornate limpide lo sguardo si estende alle Alpi Lombarde e all'Appennino Toscano.
Descrizione

Dal parcheggio presso il ristorante del Pian della Regina si imbocca un sentiero che sale sugli assolati pendii erbosi a Nord del Piano; il sentierino attraversa tre volte la strada carrozzabile del Pian del Re, per poi inoltrarsi nel valloncello che scende dal Colle della Gianna. Con salita costante, si raggiunge un ampio pianoro che si percorre sempre verso Nord, incontrando il sentiero proveniente dalla Sellaccia e dal Pian del Re e giungendo ai piedi del pendio sottostante il Colle della Gianna.
Dopo alcuni tornanti si perviene al colle. Da qui un piccolo sentiero taglia sotto lo spuntone roccioso dopo il colle; poi si segue l’ampia e detritica cresta ovest della Sea Bianca. Prima dell’inizio dei tornanti volendo si può piegare a destra per tracce di sentiero e si sale direttamente in cresta evitanto lo spuntone. Scavalcate due gibbosità, la cresta si fa di erba e terra e raggiunge in breve la Punta Sea Bianca (ometto di pietre).
Per la punta Raboi, dalla vetta si scende e poi si segue la cresta SE, che ben presto diventa rocciosa. Con divertente percorso panoramico su facili roccette (attenzione alla qualità della roccia), si scavalcano alcuni torrioni per poi scendere brevemente alla gran croce della Punta Raboi, da cui si gode un’ottima vista sui paesi della Valle Po.
Da qui è giocoforza risalire al crestone della Sea Bianca, da cui poi si scende per l’itinerario di salita.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
IGC n.6, 1:50000, Monviso
gulliver
09.07.2020
4 settimane fa
1 mese fa
2 mesi fa
3 mesi fa
6 mesi fa
10 mesi fa
2 anni fa
3 anni fa
4 anni fa
5 anni fa
6 anni fa
7 anni fa
8 anni fa
9 anni fa
10 anni fa
11 anni fa
12 anni fa
13 anni fa
14 anni fa

Tracce (1)

Condizioni

Link copiato