Cristalliera (Punta) Torrione Centrale, Via Super Bianciotto

Cristalliera (Punta) Torrione Centrale, Via Super Bianciotto

Dettagli
Altitudine (m)
2400
Dislivello avvicinamento (m)
400
Sviluppo arrampicata (m)
220
Esposizione
Sud-Ovest
Grado massimo
6a
Difficoltà obbligatoria
5c

Località di partenza Punti d'appoggio
Rifugio Selleries 2023 m

Avvicinamento
Risalita la Val Chisone, si giunge a Chambons, poco prima di Fenestrelle, dove una strada in salita sulla destra indica Pra Catinat, Rifugio Selleries. La si percorre fino a dove viene tenuta aperta, ovvero nel periodo invernale fino al centro di soggiorno di Pra Catinat; si prosegue lungo la strada, che poi diventa sterrata, per il Rifugio. A seconda del periodo e delle annate la strada può essere più o meno in buone condizioni, ultimo tratto comunque un po’ sconnesso ma percorribile con auto normali.
Dal rifugio si segue il sentiero 339, che inizia dietro le baite ad nord-est del rifugio. Con un lungo mezza costa nel rado bosco, si entra nel vallone di salita, raggiungendo il Lago Laus, vicino alle omonime bergerie (e casotto del guardiaparco). Si continua costeggiando il lago a sinistra, e poi raggiungendo la conca del lago La Manica, proprio sotto la mole della Cristalliera.
Note
Via che segue diedri e placche, il primo tiro è un pò spittato lungo, e sempre freddo se si attacca presto.
Utili friend BD 0,5 0,75 1 e 2
Descrizione

1° tiro 4 spit 5c – diedro canale
2° tiro 7 spit 6a – placca – duro ribaltamento finale
3° tiro 6 spit 5b/c – saltini e fessura strapiombante
4° tiro 6 spit 5c – diedro e spigolo (bellissimo)
5° tiro 5 spit 4b – traverso
6° tiro 6 spit 5c – fessura e placca – partenza complicata
7° tiro 1 spit + 2 cordoni 5b/4b – diedro
8° tiro 5 spit – 6a – saltini e muro verticale tecnico (bellissimo)
Per raggiungere la cima, dall’uscita (visibile la croce di vetta) bisogna proseguire in cresta fino dove sembra interrompersi, qui disarrampicare qualche metro fino alla fine della paretina poi reperire la traccia del vago sentiero e proseguire fino alla vera e propria pietraia che porta alla croce, 20 minuti a buon passo.

Discesa: a piedi, dalla vetta, per la normale.
Oppure in doppia sulla linea di salita ma è sconsigliato vista l’elevata possibilità di incastro delle corde.
Oppure ancora utilizzando le soste della via “ricominciare per non dimenticare”, soluzione comunque da valutare in quanto le soste sono su chiodi e spit datati.
Dall’uscita della super Bianciotto proseguire in cresta fino a trovare la prima sosta, da qui con 3 calate si arriva nel canale alla dx (vista da valle) della Cristalliera poi da qui si scende per la pietraia fino al lago la Manica.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
Fraternali 1:25000 n.3 Val di Susa Val Cenischia Rocciamelone Val Chisone
geppy
25.07.2020
2 settimane fa
1 mese fa
12 mesi fa
1 anno fa
2 anni fa
3 anni fa
4 anni fa
5 anni fa
6 anni fa
7 anni fa
8 anni fa
9 anni fa
10 anni fa
11 anni fa
12 anni fa
13 anni fa
14 anni fa
15 anni fa
16 anni fa
17 anni fa
18 anni fa

Condizioni

Link copiato