Tre Denti di Cumiana Via delle fessure

Tre Denti di Cumiana Via delle fessure

Dettagli
Altitudine (m)
1200
Dislivello avvicinamento (m)
500
Sviluppo arrampicata (m)
150
Esposizione
Sud
Grado massimo
5c
Difficoltà obbligatoria
5b

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
Itinerario attrezzato a chiodi tradizionali. Spazio alle protezioni veloci nelle fessure più larghe. Una Mecca per gli amanti del "semi Trad".
Soste a fix con catena. Sufficente corda 60mt, 6/7 rinvii, un set di friends.
Avvicinamento
Dal parcheggio di B.ta Ciom prendere il sentiero classico per il dente Orientale e senza tema di errore raggiungere la base
della parete, ben evidente dal colle della Bessa. Ovviamente si può raggiungere la parete anche da Cantalupa con tempi simili (1,15h)
Descrizione

Attacco nel settore sx della parete est, a dx di Spigolo sud. Targhetta con nome alla base.
L1 4b 15mt Risalire brevemente veso sx (primi metri improteggibili) fino a intrcettare una larga spaccatura che sale a dx e porta alla sosta alla base della grande placca fessurata. (2 ch)
L2 5c 25mt Risalire la bellissima fessura (da proteggere in due punti). Superare un tettino e raggiungere la comoda sosta. (4 ch)
L3 5c 25mt Risalire verso sx seguendo un evidente fessurino sotto un tetto per 3-4 mt (3 ch).Poi muretto, diedro e raggiungere la sosta verso sx nei pressi di un ginepro. (2 ch – Questa è la variante Guido Rossa).
L4 3c 30mt Tiro su placche abbattute tutto da proteggere. Slalomare tra ginepri e una quercia verso sx e raggiungere la sosta sotto un evidente gran diedro. (Siamo sulla grande cengia mediana).
L5 5a 20mt Risalire alla bellemeglio nel diedro (3 ch) fino alla sosta sotto lo strapiombo (vicino a due vecchi chiodi di sosta)
L6 5c+ 20mt Muretto, breve camino leggermente strapiombante (2ch)). Poi un tettino finale (1 ch) e uscire sulla spianata
sottostante la vetta. Vietato usare gli spit di uscita di “K2”.
L7 5c 15mt Tiro di servizio per la vetta. Aggirare un giardino e uscire tramite il fessurone evidente dietro la cappella che la leggenda dice che sia di “proprieta’” di Gervasutti.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Prima salita: G. Dionisi, Marchino, M. Silvestrini. Fine anni '40. Variante Guido Rossa: anni '50
Soste, pulizia, disgaggio e qualche chiodo qua e la': D&G+Ales primavera 2014
Cartografia:
Fraternali 1:25000 N. 6 Pinerolese, Val Sangone
gianp
06/02/2016
5 anni fa
6 anni fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Webcam 730m 9.8Km

Coazze

Webcam
Link copiato