Sella Quintino (Rifugio) da Staffal per il Vallone della Bettolina

Sella Quintino (Rifugio) da Staffal per il Vallone della Bettolina

Dettagli
Dislivello (m)
1778
Quota partenza (m)
1824
Quota vetta/quota (m)
3602
Esposizione
Sud-Est
Grado
EEA

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
Itinerario molto lungo da seguire quando gli impianti di risalita per la Bettaforca siano chiusi o per grandi masochisti. Pochi segni lungo il percorso a volte gialli a volte rossi ma tanti ometti.
Utilizzando la seggiovia che da Staffal porta al Colle della Bettaforca, il dislivello si riduce a 958 m circa.
Il tratto finale per il rifugio si svolge su una crestina rocciosa a tratti esposta ma attrezzata con corde e scalini metallici. In presenza di neve piò essere utile assicurarsi. Utile il set da ferrata e imbrago per neofiti.
Descrizione

Dal parcheggio degli impianti si va in direzione N su di una sterrata di fianco ad alcuni condomini, si tralascia la strada che sale alla Bettaforca a sinistra e si prosegue fino ad un campo da tennis sul cui muro perimetrale si trova il primo segno giallo del percorso. Di qui si prosegue con una ripida rampa, un traverso su prati di fianco ad una baita (2006m – ATTENZIONE a non sbagliarsi ed andare a sinistra su un bel sentiero che si perde sotto le pareti), un specie di lungo guado di fianco ad una cascata fino ad un pianoro con delle prese d’acqua sul torrente. Si gira ora a sx e si sale di nuovo più ripidamente fino a raggiungere una serie di piani, alcuni con vecchie baite (2197m – 2290m – 2309m – 2364m) fino ad un ultimo pianoro (2800m ca) con un laghetto. Un’ultima salita e, al Passo inferiore della Bettolina (2912m), si incrocia il sentiero proveniente dalla Bettaforca che si segue con lunghi traversi fino a quando la cresta si restringe (Grande ometto – 3484m) ed è attrezzata con corde. Il rifugio si vede solo all’ultimo momento.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Il Rifugio Quintino Sella è dedicato al fondatore del Club Alpino Italiano ed è di proprietà del CAi di Biella. Può ospitare oltre 140 persone, ed è frequentato dagli alpinisti che intendono effettuare ascensioni al Castore ed al Lyskamm. Si trova ai margini del ghiacciaio del Felik, in splendido ambiente glaciale.
Cartografia:
L'Escursionista editore n. 8
bubbolotti
01.08.2020
1 settimana fa
2 settimane fa
1 anno fa
2 anni fa
3 anni fa
5 anni fa
6 anni fa
7 anni fa
8 anni fa
9 anni fa
10 anni fa
16 anni fa
17 anni fa

Tracce (2)

Condizioni

Link copiato