Val Chisone Rocca Bruna (Cascata)

Val Chisone Rocca Bruna (Cascata)

Dettagli
Altitudine (m)
1840
Dislivello avvicinamento (m)
700
Sviluppo arrampicata (m)
110
Esposizione
Nord
Impegno
III
Difficoltà ghiaccio
3+

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
Come descritta nella guida, la più bella cascata della bassa-media val Chisone. I primi metri sono spesso sottili.
La cascata è visibile guardando il vallone di Cristove in alto a sinistra dalla strada statale 23, dopo al secondo tornante di sampietrini.
Difficoltà complessiva TD.
Avvicinamento
Da Fenestrelle prendere sterrato per forte Mutin, che entra nel vallone di Cristove; proseguire secondo innevamento con auto; fino ad un ponte di legno dove la colata è ben visibile.
Lasciare quindi alla vostra destra la strada carrozzabile e seguire il torrente Cristove, per canale nevoso (se scarso innevamento, risaltini in ghiaccio-ruisseling) raggiungere la base della cascata.
(2 ore se parcheggio poco dopo forte Mutin, dipende da innevamento...)
Descrizione

La cascata è formata da quattro risaltini, il primo è il più impegnativo a causa del ghiaccio sottile e di un breve tratto verticale di 4 metri.
Si effettua in 3 tiri, attenzione a fare sosta alla base dell’ultimo risaltino perchè la sosta a cima cascata (cordino incastrato a dx, da integrare con friend 0.3) è a 58 metri.
Discesa: la guida di Grassi dice di scendere sperone a sinistra, in realtà forse conviene traversare molto, anche il torrente Cristove (risalendo un po’), e beccare la discesa alla sua destra orografica. Studiare bene la discesa quando vi avvicinate alla cascata.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Cascata aperta nel gennaio 1988 da Gian Carlo Grassi e Silvio Fraschia per il ramo sinistro, variante a destra aperta da Messina-Sorbino.
Bibliografia:
Ghiaccio dell'Ovest (GC Grassi)
attila89
09/02/2020
1 anno fa
4 anni fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Link copiato