Gran Dubbione – Settore l’Oasi (Falesia)

Gran Dubbione – Settore l’Oasi (Falesia)

Dettagli
Quota vetta/quota (m)
15
Altitudine (m)
1250
Lunghezza min (m)
15
Lunghezza max (m)
40
Esposizione
Sud-Est
Grado minimo
3
Grado massimo
6c

Località di partenza Punti d'appoggio
La cucina della Beppa (ex Osteria 7 Ponti)

Note
Le difficolta' di questo settore non superano il 6c, numerosi sono i tiri di 5° e 6° e non mancano anche tiri più facili. Ideale per chi è alle prime esperienze. Ottima la chiodatura a spit inox Kinobi da 10mm.
Avvicinamento
Superato l'abitato di Pinasca (Val Chisone), imboccare sulla dx via Martiri di Castelnuovo che conduce alla strada per Grandubbione.
Dopo circa 6 km, in località Serre Marchetto, la strada scollina sul vallone del Gran Dubbione prima perdendo quota e poi con un lungo mezzacosta si taglia il pendio cosparso di torrioni, pinnacoli e paretine rocciose del Monte Cucetto.
Raggiunta "La Cucina della Beppa" svoltare a sinistra e seguire la strada fino a giungere nei pressi di un ponte sul torrente. Siamo in Borgata Rocceria dove si posteggia l'auto, o prima o dopo il ponte.
Proseguire a piedi risalendo la strada sterrata in salita, superare 2 gruppi di case e poi seguire le indicazioni per le falesie raggiungendo i Settori.5
Circa 40 minuto di auto da Pinerolo al parcheggio e 15-20 minuti a piedi per raggiungere il settore.
Descrizione

Bella falesia di Gneiss solido, caratterizzata da muri verticali molto lavorati con alcuni passaggi di forza nella parte sinistra, e da placche lisce, tacche e fessure nel suo complesso.
Si contano 25 monotiri.
E’ necessaria un corda da 70m e un set da 15 rinvii; un solo tiro di 40m con 16 rinvii (segnalato alla base).
La Falesia si può frequentare quasi tutto l’anno: dalle giornata soleggiate d’inverno (sole dalle 10 alle 14.30, e si scala anche in maniche corte) alle lunghe giornate d’estate dove è difficile patire il caldo.
A partire dal mese di maggio del 2016 con un contributo della “Scuola (CAI) intersezionale Valli Pinerolesi” e dopo aver contattato Michele Carbone, questo settore è stato completamente rupulito, disgaggiato e richiodato, rendendo indipendenti tutti i tiri. E’ stato ripristinato il sentiero di accesso e si è aggiunta della segnaletica verticale.
Alla base di ogni tiro vi è il nome scritto su targhetta di alluminio.
Insomma una falesia no big tutta da scalare in un luogo suggestivo e davvero rilassante.

Si ringraziano:
le 7 Sezioni Cai della Scuola che hanno contribuito alla spesa per comprare il materiale;
il Soccorso Alpino Pinerolese per aver fornito materiali;
Zani che ha passato con me innumerevoli giornate tra scalate e lavori vari;
Dani, Iara, Lorenzo, Simona, Luca, Danilo e tutti quelli che hanno contribuito a rivalutare questo settore.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Falesia aperta da Michele Carbone, Giulia Schina, Lorenzo Zaninetti e amici negli anni 1997-1998.
Richiodatura complete da parte della "Scuola (CAI) intersezionale Valli Pinerolesi" tra maggio 2016 e febbraio 2018
Bibliografia:
Michele Carbone, Giulia Schina, Lorenzo Zaninetti
obamartin , fech
12/09/2021
6 giorni fa
2 mesi fa
10 mesi fa
11 mesi fa
1 anno fa
2 anni fa
3 anni fa
4 anni fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Webcam 620m 7.7Km

Perosa Argentina

Webcam
Webcam 608m 7.7Km

Perosa Argentina

Webcam
Webcam 1726m 9Km

rifugio Fontana Mura

Link copiato