daniele64


Chi sono

Mi piace molto fare escursioni in montagna , ma avendo poche occasioni per farle , le decido spesso all'ultimo minuto per scegliere le giornate più belle . Per questo , e perchè i miei familiari non hanno la mia stessa passione , vado spesso da solo. Purtroppo ho cominciato tardi a sviluppare questo interesse e non ho nè l'attrezzatura nè le capacità per fare trekking pesanti , comunque cerco di togliermi qualche soddisfazione con percorsi non troppo impegnativi . Non amo molto la neve ma non mi dispiacerebbe provare le ciaspole . Conosco piuttosto bene le montagne dell'Imperiese ma negli ultimi tempi frequento anche l'Appennino Genovese . Non disdegno qualche occasionale puntata fuori regione.

Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Percorso elementare seguendo l' ampia sterrata che si inoltra nella faggeta , oltretutto segnalata con abbondanti tacche rosse e cartelli indicatori .
Lenta passeggiatona nel bellissimo bosco strapieno di funghi , quasi tutti velenosi ( mai viste tante amanite muscarie come qui , a centinaia ... ) . Arrivato in vetta , ho sostato un pochino vicino alla cappelletta e mi sono goduto il sole ed i panorami che però non arrivavano lontanissimo a causa della foschia . Il rifugio era chiuso , ma erano ancora le 9,30 . Breve salto all' anticima orientale , detta anche Monte Coghesino , e poi ritorno nel bosco ad ammirare i funghi . Più avanti posto qualche foto .
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Gita breve ma con un pendio tra gli sfasciumi parecchio ripido e fin troppo abbondante di tracce e di tacche rosse che creano anche un pochino di confusione . Molto più semplice la discesa perchè ovviamente dall'alto si vede chiaramente dove è più conveniente passare . La cima è una lunga cresta frastagliata con alcuni cumuli di pietre .
Seconda giornata in Val Varaita . Dopo essere salito al mattino sul Pelvo e sulla Punta dell'Alp , tornato al Colle dell'Agnello sono salito in poco più di un'ora anche su questa montagna dall'aspetto ardito . Piuttosto faticoso inerpicarsi nella ripida pietraia dopo il colletto con tante tracce e troppe tacche rosse che si incrociano . Sosta e pranzo in vetta , a godermi le bellissime visuali garantite dalla giornata spaziale , poi ritorno tranquillo al Colle e rientro a casa .

Ai piedi del Pan di Zucchero

Sulla cima del Pan di Zucchero

Cresta del Pan di Zucchero

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Facile gita per arrivare in rapidamente in vetta ad un 3000 . Sentiero evidente e ben marcato con le classiche tacche gialle francesi ma pure con frequenti segnavia biancorossi , che conducono anche alla bella Punta dell'Alp ( 3031 mt. ) ed oltre .
Seconda giornata in Val Varaita . Mattinata spettacolare , fresca ma serenissima e tersa , perfetta per la montagna . Dal tornante sotto al colle , seguendo una delle tante tracce , mi congiungo all'ampio sentiero che porta al facile Col de Chamoussiere e poi per semplice dorsale alla Cima Nord del Pelvo , la più alta , con ometto di pietre . Dopo mi dirigo verso la vicina Punta dell'Alp tenendomi nei pressi della non facilissima cresta frastagliata . Arrivo così ad una parete rocciosa con freccia rossa che indica la salita verso la cima .Ma è forse un III grado di arrampicata e non fa per me . Così aggiro a destra lo sperone ed in tre minuti sono facilmente sulla vetta , adornata da una recentissima croce di ferro . Bellissime visuali tutto attorno . Per il ritorno seguo le tacche biancorosse che mi fanno perdere quasi 100 metri nella facile pietraia che aggira la cresta e mi porta direttamente sulla Cima Sud del Pelvo, con la sua crocetta di legno . Poi ritorno al Colle dell'Agnello per salire subito dopo anche il Pan di Zucchero .

Il Pelvo dal Colle dell'Agnello

Il Col de la Chamoissiere salendo al Pelvo

Cima Nord del Pelvo

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Gita elementare , senza alcuna difficoltà , fattibile in qualsiasi momento . C' è persino l'illuminazione notturna ! Raccomandabile una breve deviazione sull' elevazione rocciosa sopra Castello ( croce ) .
Dopo essere salito sul Monte Losetta , nel pomeriggio , ho fatto questa bella passeggiata defatigante intorno all'ameno lago artificiale , partendo da Pontechianale , seguendo la Provinciale e poi , attraversata la spettacolare diga , son tornato al punto di partenza seguendo la strada non asfaltata che attraversa il bosco sulla riva occidentale . Il tutto fattibile anche in meno di un' ora , ma è meglio passeggiare con calma per gustarsi la natura e l'aria pulita .

Da Pontechianale

Lungo la Provinciale

Rocca sopra Castello

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Gita senza difficoltà particolari , con sentiero sempre molto evidente . Comunque qualche cartello e parecchie tacche piuttosto sbiadite aiutano in caso di difficoltà dovute magari alla scarsa visibilità . E' crollato l' unico ponticello di legno su di un tributario del rio Soustra , ma il guado è stato agevole .
Prima escursione dei miei due giorni in Val Varaita . Dopo un lungo viaggio notturno da Imperia , sono partito dalle Grange del Rio alle 7,30 con 4° e vento freddo , che mi ha convinto a cambiare i pantaloni indossando quelli lunghi , sono salito tranquillamente nel bel vallone ancora all'ombra . Poco dopo il vento è scomparso ed il sole , inizialmente velato , è uscito prepotentemente dando calore e colore ad una giornata spettacolare . Abbastanza faticoso il tratto per arrivare al Passo Losetta ma poi facile crestone sino alla cima , con i suoi panorami spettacolari . Arrivato in vetta quasi alle 10,30 con solo 3 cuneesi presenti , in seguito sono giunti a decine gli escursionisti , in netta prevalenza francesi .Mi sono fermato ben 2 ore sulla sommità a godermi la vista e ad aspettare che il sole illuminasse meglio il Monviso .Poi tranquilla discesa sino all'auto .

Il vallone di Soustra ancora all'ombra.

Vallone di Soustra dall' alto

Passo Losetta

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Semplice passeggiata su asfalto con qualche saliscendi sino al primo laghetto . Poi il tracciato , ridotto a buon sentiero , si biforca lungo i 2 rami del torrente conducendo a numerose altre pozze d' acqua più o meno grandi . Abbondanti tacche gialle lungo il percorso .
Facile gitarella ferragostana a chilometri zero . Arrivato in bus a Nervi , ho scarpinato per tre chilometri abbondanti sino a Molinetti ed al primo laghetto , direi il più grande e profondo . Ho dato un' occhiata veloce alle due ramificazioni successive ma , visto che le varie pozze sembravano piccole e già presidiate , sono tornato al primo , che era totalmente libero , anche se lo è rimasto per poco . L' acqua , ricca di pesci e pesciolini , non appariva molto invitante in quanto un po' sporca per i detriti portati giù dal recentissimo temporale . Ma dopo aver visto un folto gruppo di ragazzi tuffarsi dalle rocce vicine , è venuta pure a me la voglia di fare il bagno . Accesso facile ed acqua piacevolmente fresca . Un po' di sole sugli scogli e via a casa . Un solitario Ferragosto diverso dal solito .

Salendo , uno sguardo verso il Monte Fasce ...

... ed uno verso il mare .

Il primo laghetto

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Percorso molto semplice sino al rifugio , ma piuttosto facile anche dopo salendo verso la vetta . Qualche ometto aiuta a trovare il tracciato migliore nella pietraia sommitale . Dopo l' anticima , si può seguire la breve cresta rocciosa con l'aiuto delle mani oppure aggirarla a sinistra su facile sentiero . Io non ho visto il " passo del gatto " di cui parlano altre relazioni , ma solo un sentiero per niente esposto . Le uniche difficoltà , in giornate così , stanno nella lunghezza ( 22 km ) e nel dislivello complessivo ( quasi 1500 metri ) .
Io ho percorso la via più agevole , passando dal Rifugio des Merveilles . Partito molto più tardi del previsto ( verso le 8,30 ) per un contrattempo , sono salito di buon passo nel bosco e poi con più fatica nella lunga e ripida rampa verso la cima . Arrivato comunque in vetta dopo 3 , 45 ore , grazie all' ottima giornata mi sono goduto a lungo i bellissimi panorami verso i numerosi laghi sottostanti e le maestose cime del circondario . Mi hanno raggiunto poi un trio di francesi ed una coppia di italiani , che saluto . In giro nessun camoscio e solo qualche timidissima marmotta .

Dal Lac de la Miniere si vede il Bego

Refuge des Merveilles e Cime des Lacs

I laghi ,salendo verso il Bego

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Buon dislivello ma gita relativamente semplice , specialmente nelle belle giornate in cui il percorso è evidente . In caso contrario la segnaletica è un po' carente limitandosi a qualche raro cartello indicatore e a vecchie tacche rosse , specialmente tra la Cima Pigna ed il Casino del Cars . Ultima parte di salita al Cars abbastanza ben segnalata ( tacche biancorosse ) almeno sino al bivio per il Colletto Pellerina . Lì si gira a sinistra ( no indicazione ) e si procede su bel sentiero senza segni con le croci come riferimento .
Giornata molto calda ed assolata . Raggiunta la dorsale con la sterrata di sinistra ( Roccelle ) , l' ho seguita salendo alla Cima Pigna , alla Gardiola ed alla Cima della Piastra , arrivando al Casino del Cars . Dopo il Carset , ho raggiunto le numerosi croci che costellano il percorso di salita alla vetta del Cars . Ottimi panorami a 360° , sino al Monte Rosa sopra la foschia della pianura . Purtroppo dopo il pranzo in cima , ho deciso di fare un salto alla ( apparentemente ) vicina Punta Bartivolera ed è stata una pessima idea . Percorso più lungo e molto più ondulato del previsto , a tratti ricoperto da una selva di alte piante ( tra cui ortiche e rovi ) che hanno reso difficile e faticoso avanzare . Sconsigliabilissimo in questa stagione .Tra andare e tornare ho perso un paio d'ore ! Arrivato al Casino del Cars tramite il Colletto Pellerina , sono ritornato indietro per il facile ma lunghissimo percorso , prima su sentiero e poi su sterrata , che aggira ad ovest Gardiola e Pigna . Tanta acqua dalle sorgenti lungo il percorso , anche se non mi sono fidato a berla . In totale mi risultano 23 chilometri e 1500 metri di dislivello . Incontrato pochissima gente , giusto un paio di escursionisti solitari , tre ciclisti ed un crossista . Belle fioriture , specialmente di rododendri .

Cima Cars e Sant'Anna alla partenza .

Sulla dorsale appare il Monviso a dominare la pianura

Da Cima della Pigna verso il Cars

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Percorso elementare e ben risegnalato di fresco coi classici segnavia biancorossi dell' AVML . I volontari del Rifugio hanno appena ripulito dall' erba anche il sentiero per il Monte Argentea .
Facile passeggiatona sul panoramico crinale in una mattinata mezzo nuvolosa e non troppo calda , fatta con la piacevole compagnia di Raffy , Cry e Davide . Lunga sosta presso il Rifugio approfittando del sole che ha fatto capolino dal pomeriggio , migliorando un pochino le visuali nei dintorni , almeno a medio raggio . Belle fioriture nei verdi prati e la curiosità di aver incontrato tre escursionisti che mappavano il percorso per GoogleMaps ( StreetView Trekker ) con la multicamera in spalla ...

Genova dall' anticima del Reixa

In vetta al Reixa

Gigli di San Giovanni .

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Abbondantemente segnalato ed in ottime condizioni il tracciato " due cerchi rossi " , un po' invaso dal verde a tratti il " triangolo rosso " , mentre il segnavia " quadrato rosso " che sale sul Monte Bello è quasi cancellato ma è stato sostituito con un " triangolo verde " , non visibilissimo in mezzo all' erba . Tra il Monte Bello , il Monte Borgo ed il Passo Serra nessun segno e traccia assai infrascata , facile da perdere . E' la primavera .
Partito presto dall' antica chiesa di Ruta , ho in sostanza toccato le anonime cimette del crinale ( Monte Esoli e Monte Ampola ) per poi arrivare al Santuario di Caravaggio dalla scala principale . Dopo , al Passo Caprile sono salito sul Monte Bello , proseguendo sul crinale sempre più impercorribile , tanto che dopo il Monte Borgo sono sceso lungo le sue ripide e scivolose pendici sino ad incontrare il sentiero sottostante . Arrivato al Passo Serra , sono infine salito sul Manico del Lume , dove ero stato ancora 6 mesi fa salendo da Rapallo . Avevo una mezza idea di raggiungere il Santuario di Montallegro , però la giornata bella ma molto calda e l'abbondante vegetazione mi hanno fatto propendere per il ritorno a Ruta , passando ovviamente per il sentiero principale , che aggira le vette . Poca gente in giro : un'escursionista solitaria vicino al Manico del Lume e qualche gruppettino in basso durante il ritorno . Visto anche un cinghiale , da lontano ed una bella biscia ( credo ) da vicino . Giro che a me risulta di circa 18 km per un migliaio di metri di dislivello .


Partenza con vista su San Rocco

Panorama su Recco

Prati di Caravaggio

[visualizza gita completa]

Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Caucaso (Monte) da Barbagelata (21/09/18)
    Pelvo (Il) o Pic de Caramantran dal Colle dell'Agnello (27/08/18)
    Pan di Zucchero dal Colle dell'Agnello (27/08/18)
    Losetta (Monte) da Grange del Rio per il Vallone di Soustra (26/08/18)
    Pontechianale (Lago) da Castello, anello (26/08/18)
    Nervi (Laghetti di) da Molinetti (15/08/18)
    Bego (Monte) da les Mesches (18/07/18)
    Cars (Cima) da Sant'Anna di Prea per il Monte Pigna e Cima la Gardiola (30/06/18)
    Reixa (Monte) e Monte Argentea dal Passo del Faiallo, anello (17/06/18)
    Manico del Lume (Monte) da Ruta per il Santuario di Caravaggio (03/06/18)
    Sentiero dell'Acquedotto Storico di Genova (27/05/18)
    Liprando (Monte) da Avosso per Monte Penzo (19/05/18)
    Reixa (Monte) da Sambuco, anello (29/04/18)
    Cimino (Monte) dalla Faggeta (24/04/18)
    Faudo (Monte) da Cipressa per Monte Follia (01/04/18)
    Gazzo (Monte) da Sestri Ponente (03/02/18)
    Antola (Monte) da Crocefieschi per il Monte Buio (28/01/18)
    Cervo (Colle di) e Colle Castellaretto da Cervo (30/12/17)
    Baudon (Cime de) da Sainte Agnes, anello per Mont Ours (23/12/17)
    Manico del Lume (Monte) da Rapallo, anello per i monti Rosa, Pegge, Orsena (17/12/17)
    Sestri Levante-Deiva Marina Traversata (03/12/17)
    Antola (Monte) da Piancassina (18/11/17)
    Grigna Meridionale o Grignetta Canalone Porta (28/10/17)
    Corbernas (Monte) e Punta della Valle da Alpe Devero, anello (15/10/17)
    Caucaso (Monte) da Barbagelata (07/10/17)
    Alfeo (Monte) da Bertone (07/10/17)
    Mindino (Bric) dalla Colla di Casotto (19/08/17)
    Mongioie (Monte), Cima Pian Comune, Cima delle Colme da Viozene, anello per Passo del Cavallo e Bocchino dell'Aseo (14/08/17)
    Baussetti (Monte) da Nascio, anello (12/08/17)
    Nauque (Cima de la) da les Mesches, anello di cresta per il Pas de Colle Rousse (26/07/17)
    Gioffredo (Punta) da San Bernolfo per i Laghi del Lausfer (23/07/17)
    Valdeserta (Cima di) dall'Alpe Devero, anello (16/07/17)
    Maggiorasca (Monte) da Rocca d'Aveto, anello per Monte Roncalla, Monte Nero, Passo della Lepre (08/07/17)
    Sas Ciapel e Punta Belvedere dal Passo Pordoi per il Viel del Pan, anello (01/07/17)
    Toac (Monte) da Medil, anello per Cima da Ciamp e Sas da Ciamp (30/06/17)
    Fuciade (Rifugio) da Passo San Pellegrino (27/06/17)
    Sassopiatto dal Passo Sella (26/06/17)
    Lesima (Monte) dai Piani del Lesima, anello (18/06/17)
    Gorzente (Laghi del) anello da Prou' Rene' (28/05/17)
    Ebro (Monte) e Monte Chiappo da Vendersi per il Monte Giarolo (21/05/17)
    Carossino (Monte) da Struppa, anello per Monte Croce di San Siro, Forte Diamante (30/04/17)
    Tramontina (Rocca) dal Colle di Nava per Poggio Richermo,Monte Ariolo, Rocca Ferraira (18/04/17)
    Cavalmurone, Carmo, Legnà (Monti) da Capanne di Carrega (09/04/17)
    Porcile, Verruga (Monti) da Bargone per il Monte Treggin e Roccagrande (10/03/17)
    Manara (Punta) e Punta Moneglia da Sestri Levante, traversata a Moneglia (26/02/17)
    Penello (Monte) e Punta del Corno da San Carlo di Cese, anello del Rio Gandolfi (19/02/17)
    Roquebrune (Rochers de) - les Trois Croix da Roquebrune-sur-Argens (15/01/17)
    Tardia Ponente (Monte) da Voltri, anello per Rocca dell'Erxo, Monte Tardia Levante, Arenzano (28/12/16)
    Beigua (Monte) da Pratorotondo, per i Monti Rama, Fontanaccia, Ermetta, Grosso, Sciguello (08/12/16)
    Guardia (Santuario della) da Cogoleto (27/11/16)
    Fo (Croce dei) da Sant'Alberto di Bargagli, traversata a Pieve Ligure (16/10/16)
    Antoroto (Monte) dalla Colla di Casotto (10/09/16)
    Marguareis (Punta) da Carnino Superiore, anello per Colle dei Signori, Castello delle Aquile, Cima dell'Armusso (27/08/16)
    Scandeiera (Cima della) e Cima del Sabbione da Pont de Peirefique, anello per la Cime de Barchenzane (23/08/16)
    Conoia o Conoja (Bric di) da Viozene, anello Costa Ciagrea e Cima delle Roccate (14/08/16)
    Agnel (Cime de l', Est e Ovest) da Casterino, anello per Lac de l'Agnel, Collet de la Charnessère, Refuge Valmasque (06/08/16)
    Lacs (Cime des) da Lac des Mesches (15/07/16)
    Pertegà (Cima di) da Upega, anello per la Cresta del Ferà e Colle Selle Vecchie (11/07/16)
    Monti Russu - Portobello di Gallura (Traversata) (06/07/16)
    Ramaceto (Monte, cima Ovest) da Passo Romaggi per la dorsale Sud (26/06/16)
    Ratti, Quezzi, Richelieu, Santa Tecla (Forti) da Marassi, giro dei Forti di Levante (28/05/16)
    Reale (Monte) da Crocefieschi, per Rocche del Reopasso (15/05/16)
    Grande (Monte) e Cima Carpasina da Prati Piani, anello per Croce Alpe di Baudo (25/04/16)
    Ravinet (Monte) da Boissano per l'Abbazia di San Pietro ai Monti (24/03/16)
    Candelozzo (Monte) dal Lago di Valnoci, anello per Monte Bano e Alpesisa (19/03/16)
    Semaforo Vecchio da San Rocco anello per San Fruttuoso, Pietre Strette (20/02/16)
    Colla Bassa (Cima di) da Fontan, anello per Castello di Malmort (30/12/15)
    Armetta (Monte) da Caprauna, anello per i monti della Guardia, Pesauto, Dubasso (27/12/15)
    Oramara (Monte) da Casanova, anello per Montarlone e ritorno per Monte Dego (08/11/15)
    Aiona (Monte) Dalle Caserme del Penna, anello (24/10/15)
    Diable (Cime du) - l'Authion da Redoute des Trois Communes, anello per il Pas du Diable (29/08/15)
    Toraggio (Monte) dalla Colla Melosa per il Sentiero degli Alpini (20/08/15)
    Brignola (Cima della) e Cima Ferlette dal Rifugio Balma, anello (13/08/15)
    Salza (Monte) da Chianale (14/07/15)
    Figne (Monte delle) da Praglia (17/05/15)
    Brugneto (Diga del) anello (10/05/15)
    Candelozzo (Monte) da Calvari per Capenardo, possibile anello (10/05/15)
    Parco Costiero del Ponente Ligure da San Lorenzo al Mare, percorso ciclabile (03/04/15)
    Fasce (Monte) da Genova Quinto, anello per i Monti Bastia, Croce, Cordona (28/03/15)
    Faudo (Monte) dalla Cappella di Santa Brigida (05/01/15)
    Grande (Poggio), Pizzo Ceresa, Monte Pesalto da Peagna , anello per il Monte Acuto (28/12/14)
    Costa Rossa (Bric) e Monte Bisalta o Besimauda da Meschie di Pradeboni, anello di cresta (25/10/14)
    Ciuaiera (Cima) e Colla del Pizzo da Cascine (13/09/14)
    Abisso (Rocca dell') da Colle di Tenda (06/09/14)
    Conoia o Conoja (Bric di) da Viozene per Cima Revelli e Monte Rotondo (17/08/14)
    Nero (Lago) da Grange Selvest (27/07/14)
    Saccarello (Monte) e Monte Frontè da Case Penna (19/07/14)
    Diable (Cime du) da Les Mesches (09/07/14)
    Roccabruna (Monte) da Passo Fregarolo per Castello del Fante e Gifarco (23/05/14)
    Manico del Lume (Monte) dal Passo di Spinarola (04/05/14)
    Batterie di Portofino da San Rocco (03/05/14)
    Grammondo (Monte) da Villatella, anello per Punta Longoira e Roc d'Ormea (23/04/14)
    Tobbio (Monte) dal Valico degli Eremiti (30/03/14)
    Sperone, Puin, Fratello Minore e Diamante (Forti) da Righi, giro dei Forti di Ponente (09/03/14)
    Reixa (Monte) e Monte Argentea dal Passo del Faiallo, anello (23/02/14)
    Carossino (Monte) da Creto, anello per Monte Alpe e La Sella (09/02/14)
    Castell'Ermo (o Peso Grande) da Colla d'Onzo (06/01/14)
    Galero (Monte) dal Colle di San Bernardo, anello per il Passo delle Caranche (03/11/13)
    Ormea (Pizzo d') da Quarzina (13/09/13)
    Saline (Cima delle), Cima Pian Ballaur da Carnino Inferiore, anello per il Colle del Pas (31/08/13)
    Marta (Cima di) e Monte Pietravecchia dalla Colla Melosa, anello per Cima della Valletta (17/08/13)
    Bertrand (Monte) da Upega, anello per Colla Rossa, Cima di Velega, Colle Selle Vecchie (06/07/13)
    Missun (Cima) dal Ponte del Giairetto per la Colla Rossa (06/07/13)
    Antola (Monte) da Casa del Romano per la dorsale NE (12/05/13)
    Carmo di Carrega (Monte) da Capanne di Carrega (12/05/13)
    Barbena (Rocca) dal Colle Scravaion (04/01/13)
    Mongioie (Monte) da Viozene (28/08/12)
    Valmasque (Baisse de) da Casterino, anello per Fontanalba (20/08/12)
    Marguareis (Punta) da Carnino Superiore per la Gola della Chiusetta (17/08/12)
    Saline (Cima delle) da Carnino Inferiore (24/06/12)
    Figne (Monte delle) dal Passo della Bocchetta (16/06/12)
    Alpesisa da Creto per la Gola di Sisa (21/04/12)
    Grande (Monte) da S. Bernardo di Conio (07/01/12)
    Guardiabella (Monte) da San Bernardo di Conio (07/01/12)
    Martin (Punta) e Monte Penello dai Piani di Praglia (13/11/11)
    Vens (Laghi di) da Ferrere (27/08/11)
    Rocciamelone da la Riposa (20/08/11)
    Ormea (Pizzo d') da Quarzina (06/07/11)
    Monega (Monte) e Carmo dei Brocchi dal Passo della Teglia (26/04/11)
    Carmo del Finale (Monte) o di Loano dal Giogo di Toirano, anello per San Pietro in Varatella (08/03/11)
    Figne (Monte delle) da Praglia (05/02/11)
    Marguareis (Punta) da Carnino Superiore per la Gola della Chiusetta (01/09/10)
    Vene (Risorgenza delle) da Viozene (21/08/10)
    Valmasque (Baisse de) da Casterino, anello per Fontanalba (15/08/10)
    Epoméo (monte) da Serrara-Fontana (02/07/10)
    Antoroto (Monte) da Cascine d'Ormea (01/06/10)
    Fourquin (Roche) da Rocchetta Nervina (28/03/10)
    Toraggio (Monte) dalla Colla Melosa per il Sentiero degli Alpini (06/09/09)
    Vej del Bouc (Colle del) da Casterino per il Colle del Sabbione (30/08/09)
    Marta (Balcone di) dalla Colla Melosa (16/08/09)
    Bertrand (Monte) da Upega, anello per Colla Rossa, Cima di Velega, Colle Selle Vecchie (13/06/09)
    Armetta (Monte) dal Colle di Caprauna, anello per il Monte della Guardia (03/05/09)
    Santa Croce di Alassio (Chiesa di) da Albenga, Via Julia Augusta - Sentiero dell'onda (22/02/09)
    Sentiero dei ponti (16/10/08)
    Mongioie (Monte) da Viozene (11/09/08)
    Saccarello (Monte) e Monte Frontè anello da Monesi (16/08/08)
    Evigno (Pizzo d') o Monte Torre dal Passo del Ginestro (26/04/08)
    Vene (Risorgenza delle) da Carnino (07/10/07)
    Madriccio (Passo) da Solda e il rifugio Milano (13/07/07)
    Bergl (Malga) da Maso Corto (12/07/07)
    Rifugio Lazaun dal Maso Corto (07/07/07)
    Vernago (Lago)/Stausee Vernagt Giro del Lago (01/07/07)
    Saccarello (Monte) e Monte Frontè anello da Monesi (08/10/06)
    Giro degli orridi di Uriezzo (19/06/05)