Tramontina (Rocca) dal Colle di Nava per Poggio Richermo,Monte Ariolo, Rocca Ferraira

Tramontina (Rocca) dal Colle di Nava per Poggio Richermo,Monte Ariolo, Rocca Ferraira

Dettagli
Dislivello (m)
1400
Quota partenza (m)
934
Quota vetta/quota (m)
1501
Esposizione
Varie
Grado
EE

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
Itinerario piuttosto lungo e con discreto dislivello che si svolge prevalentemente su panoramici crinali ondulati e boscosi . Nessuna particolare difficoltà , tranne la salita sulla Rocca Ferraira ( fuori sentiero su ripidi pendii rocciosi ) e quella brevissima sulla punta est della Rocca delle Penne .
Avvicinamento
Il Colle di Nava è facilmente raggiungibile da Imperia o da Ceva tramite la Statale 28 . Ampio parcheggio disponibile .
Descrizione

Partenza dal piazzale del Colle di Nava,salendo proprio dietro al parco giochi lungo un ampio sentierone che si inerpica tortuosamente nel bosco (sentiero B5). Il fondo è decisamente rovinato dal dilavare delle acque ma è facilmente percorribile sino alla vetta del Poggio Richermo ( 1215 m), dove si trova l’omonimo forte .
Si prosegue sul crinale in discesa sino al Colle di San Bernardo d’Armo (1056 m). Da qui, per sentiero o per carrareccia (sempre B5) , si raggiunge Il Monte Ariolo (1223 m) .
Per andare sulla Rocca Ferraira , si torna indietro 200 metri sulla sterrata e si trova un ampio sentiero a destra (indicazioni dopo 10 metri per Rocca e Case di Nava) che scende sino alla sella alla base della Rocca .
La salita sull’erto pendio tra erba e roccette friabili è priva di sentiero e permette di raggiungere la rocciosa cima (1301 m), assai panoramica sulla Val Tanaro . Ritornati sull ‘Ariolo , si scende al Bocchino di Semola (1103 m) dove ci si immette sull’Alta Via.
Volendo si può salire il ripido pendio erboso del Bric Castagnino ( 1215 m) anche se non aggiunge molto all’escursione.
Passando accanto alle pale eoliche si raggiunge il Passo di Prale (1258 m) e ci si innesta sulla Provinciale che si segue ( scorciatoie ) sino al Colle di Caprauna (1379 m).
Qui un cartello piuttosto ottimistico indica la Rocca Tramontina a 20 minuti . Si imbocca questo sentiero che segue più o meno il crinale , passando accanto alle cime della Rocca delle Penne.
La prima richiede una brevissima digressione a destra sino alla piatta cima rocciosa .
La seconda necessita di una deviazione a sinistra sino al precipizio roccioso dove si trova un grosso pannello ripetitore (1501 m).
Si attraversa poi un’ ampia zona teatro di un recente incendio, dove la vegetazione nuova nasconde un po’ il percorso ed infine ci si inerpica verso l’evidente croce di vetta della Rocca Tramontina (1495 m).
Per il ritorno si segue lo stesso percorso sino al Passo di Prale e poi si può continuare più brevemente sulla carrareccia sino a San Bernardo d’Armo e quindi sino a Nava .

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
daniele64
22/06/2019
2 anni fa
4 anni fa
Link copiato