Rochefort (Aiguille de) Cresta di Rochefort

La gita

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle

Condizioni complessivamente ancora più che buone, la terminale di accesso ai pendii della Gengiva si presenta abbastanza aperta ma ancora facilmente superabile. Al di sopra, rocce completamente secche fino alla base del Dente (rimanendo sul percorso corretto gli sfasciumi sono pochi, la roccia è abbastanza pulita dai numerosi passaggi. deviare a destra circa 50 mt prima della base del Dente per raggiungere la cresta.) - La cresta è ad oggi ben tracciata in ottima neve portante, senza ghiaccio affiorante. A tratti molto affilata, meglio essere a proprio agio coi ramponi, sopratutto in caso di eventuali incroci con altre cordate che la percorrono in senso opposto.
L'aggiramento di un gendarme (a sx)richiede di scendere per una decina di metri un pendio nevoso molto ripido, (attualmente ben gradinato), in loco esiste cmq fettuccia con maillon per evt. calata.
L'edificio sommitale dell'Aiguille si risale con due tiri di divertente arrampicata. La discesa si effettua dapprima con due doppie (maillon in loco - verificare le fettucce...), poi ripercorrendo la cresta.
Con il sempre in gran forma Fil (summitguides.org)

Gita caricata il 01/09/11

Le foto

le placche sommitali
arrivo alla Gengiva
tutta la cresta dalla vetta
Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

difficoltà: AD :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 3375
quota vetta (m): 4001
dislivello complessivo (m): 900