Galehorn da Engiloch

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud-Est
quota partenza (m): 1800
quota vetta/quota massima (m): 2797
dislivello totale (m): 1000

copertura rete mobile
wind : 30% di copertura
vodafone : 46% di copertura
tim : 80% di copertura
no operato : 0% di copertura
altri : 73% di copertura

contributors: Larix66
ultima revisione: 31/03/13

località partenza: Engiloch (Simplon , Brig )

cartografia: CNS 1:25000 1309 Simplon

bibliografia: L.Bonavia, M.Previdoli. Grossi-Domodossola. S.Alp.in Valdossola. N°25

note tecniche:
Dalla località Engeloch, (indicata localmente con questo nome ma riportata come Engiloch su carte e guide) partono numerosi itinerari sci alpinistici, tutti in genere molto frequentati, che hanno in comune il primo tratto fino alla cascata.

descrizione itinerario:
Dal parcheggio sul lato sinistro della strada per il Passo del Sempione, poco prima di Nideralp, si scende in direzione Sud-Ovest. Si attraversa il torrente su un ponte e si risale guadagnando i prati di Chlusmatte che si percorrono in direzione Sud-Ovest con pendenza in costante aumento fino al canale, piuttosto ripido, a sinistra di una cascata. Questo tratto richiede prudenza e neve ben assestata. Raggiunto il pianoro a monte della cascata si scende leggermente a destra per poi guadagnare quota su una dorsale e, in direzione Ovest-Nord-Ovest raggiungere il Sirwoltesattel percorrendo un ampio vallone. Dal valico si sale diagonalmente in direzione Nord-Ovest poi piegando a destra si raggiunge la cima, occupata da un’enorme antenna. Per la discesa, se la neve è stabile, è possibile scendere per il ripido pendio che porta nella Ritzitälli: si scende leggermente in direzione opposta a quella di salita per deviare decisamente a destra all’attacco del pendio. Il punto dove ricongiungersi al percorso della salita va deciso in base alle condizioni della neve; se queste lo consentono, è possibile percorrere la Ritzitälli fino a Chlusmatte.

altre annotazioni:
Questa zona è spesso soggetta ad esercitazioni di tiro da parte dell'esercito svizzero. In caso di operazioni militari in corso la zona viene interdetta al transito, con opportuna segnalazione. In genere le esercitazioni non avvengono nel fine settimana. In caso di scarso innevamento è possibile reperire parti di munizioni che ovviamente è vietato raccogliere.