Civrari (Monte, Punta della Croce) da Comba per Monte Sapei, Punta Costafiorita e la Cresta Sud

Civrari (Monte, Punta della Croce) da Comba per Monte Sapei, Punta Costafiorita e la Cresta Sud

Dettagli
Dislivello (m)
1400
Quota partenza (m)
1070
Quota vetta/quota (m)
2234
Esposizione
Sud
Grado
EE
Sentiero tipo, n°, segnavia
sentiero 575 segnavia bianco/rossi

Località di partenza Punti d'appoggio

Avvicinamento
Si raggiunge Almese (uscita ausotrada A32 Avigliana Ovest proveniendo da Torino) oppure lungo la strada statale 24. Si prosegue in salita per Rubiana, e al primo incrocio del paese si svolta a sinistra per Celle e Montecomposto.
Raggiunta la frazione Celle, si può parcheggiare nei vari piazzali (lungo la strada, accanto alla chiesa, accanto al Rifugio Rocca Sella o più avanti fino a raggiungere le case Comba, pochi posti).
Note
Escursione interessante adatta al periodo autunnale o inizio primaverile, che si snoda lungo la cresta spartiacque tra il vallone del Sessi, proveniente dal Colle del Colombardo, e la valle del Lys, con ottimi panorami lungo il percorso e dalla cima. Il tratto finale, molto ripido, se innevato richiede qualche attenzione.
E'è anche possibile scendere al colletto del Civrari, e poi salire la vicina Punta Imperatoria, questo tratto con neve diventa molto delicato.
Descrizione

Da Celle, o da Case Comba, seguire il sentiero 575 direzione Rocca della Sella, salvo poi tralasciarlo a quota 1450 m circa (bivio). Volendo si può anche salire in cima a Rocca Sella, deviazione che costa mezz’ora tra salita e discesa. Dal bivio si scende leggermente fino al Colle Arponetto 1397 m. Da qui voltare a sinistra volgendo le spalle a Rocca Sella e seguire il sentiero di cresta che porta in breve al Monte Sapei 1615 m. La traccia scende per un centinaio di metri alla bella radura detta Colle la Bassa, e tosto riprende a salire in direzione della modesta ma simpatica Punta di Costafiorita 1712 m (croce bianca ben visibile), attraversando un’altra incantevole radura molto appartata. Di qui è ben visibile la cresta, ora ben demarcata, che porta in cima alla Punta della Croce. Inizialmente il sentiero si mantiene sul versante Est, aggirando una anticima, e poi prosegue quasi fedelmente sul filo del crestone, che nel tratto finale diventa un po’ più ripido e un poco esposto, fino alla vetta 2234 m.

Discesa sul percorso di salita, oppure variante dal Colle la Bassa per il sentiero 571 di Fontana Barale, con percorso con un lungo mezza costa sul versante Ovest, meno panoramico, ma che evita le risalite del Monte Sapei e di Rocca Sella (questo percorso è però più noioso e poco panoramico).

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
IGC 1:50000 foglio n°2 Valli di Lanzo e Moncenisio, Fraternali 1:25000 n.4 Bassa Val Susa, Musinè, Val Sangone, Collina di Rivoli
marco-levetto
17.05.2020
4 mesi fa
1 anno fa
2 anni fa
3 anni fa
5 anni fa
6 anni fa
7 anni fa
8 anni fa
9 anni fa
10 anni fa
11 anni fa
13 anni fa
14 anni fa
15 anni fa
16 anni fa

Tracce (1)

Condizioni

Link copiato