Palon (Monte) da Malciaussia per il Colle della Croce di Ferro

Palon (Monte) da Malciaussia per il Colle della Croce di Ferro

Dettagli
Dislivello (m)
1160
Quota partenza (m)
1805
Quota vetta/quota (m)
2965
Esposizione
Nord-Est
Grado
EE
Sentiero tipo, n°, segnavia
GTA, poi tracce

Località di partenza Punti d'appoggio
Rifugio Albergo Vulpot (Malciaussia); Capanna Sociale Aurelio Ravetto (Colle Croce di Ferro).

Avvicinamento
Da Torino per SP 2 delle Valli di Lanzo, quindi si risalga la Valle di Viù su SP 32. Giunti a Margone, proseguire lungo la ex carrellabile militare per il Lago di Malciussia.
ATTENZIONE: la strada Margone-Malciaussia è soggetta ad apertura stagionale (fine maggio - metà ottobre). Informarsi presso le autorità locali circa la sua percorribilità in auto.
Note
Interessante percorso di grande valenza storica e molto panoramico in caso di tempo sereno. La carrellabile militare Margone-Malciaussia e la mulattiera d'arroccamento Malciaussia - Colle Croce di Ferro, in condizioni di conservazione piu' che buone, furono aggiunte al sistema difensivo Colle di Spiol - Autaret dopo il 1938, quando ormai gli Alti Comandi erano nel panico e paventavano invasioni militari da ogni passo montano, anche il piu' remoto ed inaccessibile.
Descrizione

Lasciata l’auto presso Malciaussia, ci si incammini lungo lo sterrato che costeggia la riva DX (SX orografica) del lago e si attraversi il piccolo abitato di Pietramorta (5′).
Superato l’immissario del lago su un ponticello di tubi e cemento, si ignori a DX il sentiero per il rifugio Tazzetti (palina indicatrice) e si imbocchi a SX la mulattiera ex carrellabile militare tipo “D”, marcata con bolli bianco-rossi del GTA e del Sentiero Italia. In questo primo tratto, piuttosto ripido, è evidente l’opera a massicciata con cui la strada di arroccamento era stata costruita.
Si raggiunge a breve un colletto dal quale si ha un bel colpo d’occhio sul sottostante lago e sulla ex Casermetta Malciaussia della Guardia alla Frontiera (ora abitazione privata) costruita su un terrapieno a bastione. La mulattiera piega a DX (N) e raggiunge il bivio per il Lago Nero (palina indicatrice, 1H da Malciaussia). Si prosegua sul sentiero di DX (O), che da questo punto in poi diviene prevalentemente lastricato ed assai meno battuto. Dopo aver compiuto un’ampia curva a SX (N) ed oltrepassate alcune rocce sparse, la mulattiera costeggia da lontano la cupa e suggestiva parete rocciosa discendente a picco dai monti Palon e Palonetto. Superati infine alcuni tornanti si giunge al Colle della Croce di Ferro (pilone lapideo, croce in ferro, 2558 mt; 2H 15′ da Malciaussia) costituito da una vasta ed erbosa insellatura molto panoramica. Poco oltre il colle, in direzione DX (O) è visibile la ex casermetta XI, oggi Capanna Sociale Aurelio Ravetto (2545 mt, privata, locale invernale aperto tutto l’anno).
Per raggiungere il Monte Palon, dal colle si affronti la sua cresta svoltando a DX (NO) e, superata una breve fascia di roccette, la si segua quasi integralmente su traccia di sentiero (difficoltà: EE) che termina sull’arrotondata sommità del Palon (2965 mt, 3H 30′ da Malciaussia).
Dalla croce metallica del Colle Croce di Ferro si diparte inoltre una traccia di sentiero che dirige a SX (E) verso un piccolo rilievo senza nome quotato metri 2618 (10′ dal colle), panoramicissimo sull’alta Val di Viù , sulla Val Susa e sulle lontane montagne francesi.
Discesa: percorrendo a ritroso l’itinerario di salita.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
IGC n°2 - Valli di Lanzo
Bibliografia:
Boglione M.: Le strade dei cannoni. Blu edizioni, 2009.
andrea72
04.07.2020
1 mese fa
10 mesi fa
12 mesi fa
1 anno fa
2 anni fa
3 anni fa
4 anni fa
5 anni fa
6 anni fa
8 anni fa
9 anni fa
11 anni fa
12 anni fa
13 anni fa
15 anni fa
16 anni fa
18 anni fa

Tracce (2)

Condizioni

Link copiato