Gran Vaudalaz (Punte Sud e Nord) dai Piani del Nivolet, anello Col Nivoletta - Col Rosset

La gita

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle

bella cavalcata; alcune note di integrazione:
- subito sopra il lago trascurare la prima deviazione a sx, che porta ad un colletto che permette di accedere alla comba sotto al ghiacciaio Basei; continuare a dx con traverso e poi salire direttamente la ripida balza erbosa che sovrasta il lago (percorso parzialmente attrezzato?). Se invece si raggiunge il colletto (sconsigliato) si può salire la soprastante balza con percorso non difficile ma attenzione al terreno scivoloso (terriccio, pietrisco) sulle cengie.
- le due Nivoletta presentano in salita gli unici passaggi di facile arrampicata (occhio alla qualità della roccia); la Sud è aggirabile sul versante Rhemes, così pure dovrebbe esserlo la N, ma si deve tagliare in basso e poi si ravana un pò a risalire sulla Vaudalà Sud.
- per scendere dalla Vaudalà S seguire la direzione S-E (all'incirca direzione punta Fourà) per circa 50m e poi tagliare a sx per contornare il sottostante nevaio e risalire brevemente alla depressione fra le due punte
- occhio nella discesa dalla punta Rosset al colle omonimo, roccia infida e percorso un pò da cercare, prevalentemente lato Nivolet
- noi ci abbiamo messo indicativamente circa 7h da Savoia a Savoia senza dissertazioni verso Basei e/o Leynir
- vedere foto nell'elenco foto generale per le indicazioni di cui sopra

Gita caricata il 19/08/11
Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

difficoltà: EE/F :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 2532
quota vetta/quota massima (m): 3272
dislivello salita totale (m): 850