Ciaslaras (Monte) da Grange Ciarviera, anello per i valloni Maurin e Infernetto

Ciaslaras (Monte) da Grange Ciarviera, anello per i valloni Maurin e Infernetto

Dettagli
Dislivello (m)
1055
Quota partenza (m)
1950
Quota vetta/quota (m)
3005
Esposizione
Varie
Grado
EE

Località di partenza Punti d'appoggio

Avvicinamento
Da Chiappera risalire con l'auto la valle del Maurin lungo la strada sterrata che ne percorre il lato sinistro idrografico, passando sotto il gruppo Castello-Provenzale. Parcheggiare presso le Grangie Ciarviera (cartello di divieto di transito prima del successivo tornante).
Note
Bella e panoramica gita ad anello che si svolge tutta su sentieri segnalati (nella parte alta percorrono ripidi pendii detritici) e che porta alla "conquista" del 3000 più basso della Provincia Granda (3005 m).
Descrizione

Lasciata l’ automobile presso le Grange Ciarviera (1950 m), si imbocca il Vallone del Maurin seguendo il sentiero Roberto Cavallero (tacche rosso-azzurre) fino al Colle del Maurin (2637 m) sul confine italo-francese e spartiacque valli Maira-Ubaye. Di qui si piega a sinistra sempre sul sentiero Cavallero fino a raggiungere prima il Col de Marinet (2785 m) e quindi, dopo un traverso, il Colle Ciaslaras (2973 m) per ripido pendio detritico. Tutti i colli risultano segnalati da paline. Da qui seguendo la traccia che si stacca sulla sinistra in breve si raggiunge la vetta del Monte Ciaslaras. Per l’itinerario di ritorno si può seguire a ritroso quello percorso all’andata oppure, ritornati al Colle Ciaslaras, scendere per il versante opposto a quello da cui si è arrivati percorrendo così il Vallone dell’ Infernetto.Scendendo lungo il ripido pendio detritico si abbandona quasi subito il sentiero Cavallero e si prosegue a zig-zag verso il fondo del vallone. Dopo un tratto in piano, si passa vicino agli omonimi laghetti, si supera il bivio per il Colle dell’Infernetto e seguendo sempre in discesa il sentiero Dino Icardi si ritorna alle grange di partenza. Consigliabile percorrere l’anello anche in senso inverso. A inizio stagione, in caso di neve residua sui due pendii ripidi, molto consigliabili piccozza e ramponi.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
Carta dei sentieri e dei rifugi n° 6 Monviso
Bibliografia:
Guida Monti d'Italia CAI-TCI Monte Viso
aquila74
15/08/2019
1 anno fa
2 anni fa
3 anni fa
4 anni fa
5 anni fa
6 anni fa
7 anni fa
8 anni fa
10 anni fa

Tracce (2)

Risorse nelle vicinanze Mappa
Stazione Meteo 2010m 350m

Acceglio Collet

Stazione Meteo
Link copiato