Albrage (Monte), Monte Bellino e Monte Freide da Grange Collet, anello

Albrage (Monte), Monte Bellino e Monte Freide da Grange Collet, anello

Dettagli
Dislivello (m)
1200
Quota partenza (m)
2006
Quota vetta/quota (m)
2999
Esposizione
Varie
Grado
EE
Sentiero tipo, n°, segnavia
T16, T18b, T17

Località di partenza Punti d'appoggio

Avvicinamento
percorrere tutta la Val Maira, superare Acceglio e Chiappera, proseguendo sulla discreta sterrata che porta alle Grange Collet, ove si lascia l'auto (buona possibilità di parcheggio).
Note
Sino al monte Bellino non ci sono difficoltà (E). Il percorso successivamente è a tratti un po' esposto e in alcuni pezzi franato (EE), ma estremamente suggestivo. La salita dal Col della Val Fissela all'Albrage richiede a circa metà l'uso delle mani (I, EE)
Descrizione

dalle grange Collet seguite l’evidente sentiero che conduce al Colle di Bellino (2804 m), dove si apre la vista sulla Val Varaita; proseguire in pochi minuti fino al vicino monte Bellino (2942 m, croce e libro di vetta). Scendere al Colle di Traversiera (2854 m, caratteristico bunker) e, tenendosi su questo vallone, percorrere la bella traccia di sentiero a mezza costa perdendo leggermente quota e poi risalendo sino al Col della Val Fissela (2874 m): piegare a destra e, seguendo gli ometti, salire il monte Albrage (2999 m, croce in legno e libro).
Ridiscendere fino al Colle e, passado sul versante della Val Maurin, portarsi al Passo del Lauset (2889 m, altro bunker).
In pochi minuti si arriva per cresta al monte Freide (2967 m, ometto di pietre).
Ripercorrere la cresta fino al Passo, e, passando nei pressi dei ruderi di una caserma, scendere con una bella mulattiera sino a circa 2650 m, dove si intercetta il sentiero T18 proveniente da Madonna delle Grazie: andare a destra e in pochi minuti si è al Col di Rui (2708 m), da cui si scende alla Colletta (2556 m). A questo punto ci sono due alternative: o continuare sulla sinistra fino al Colle Greguri (2319 m), da cui, piegando a destra (N-W) con comodo sentiero alle grange Collet; oppure (più direttamente) dalla Colletta si scende con vaghe e scarse tracce un canalone che porta ad una sterrata e quindi alle grange Collet (più breve , ma faticoso)

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Anello con numerosi resti militari (bunker, caserme, filo spinato), alcuni ancora in discrete condizioni.
Cartografia:
IGC 25000
diecimilapiedi
17.07.2018
2 anni fa
3 anni fa
6 anni fa
7 anni fa

Condizioni

Link copiato