Taschhorn Cresta SE

difficoltà: AD   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 3851
quota vetta (m): 4491
dislivello complessivo (m): 660

copertura rete mobile
tim : 80% di copertura
no operato : 0% di copertura
altri : 55% di copertura

contributors: pederpan
ultima revisione: 08/10/07

località partenza: Taschalp (Täsch , Visp )

punti appoggio: Bivacco Mischabeljoch

cartografia: Guide du Valais -Herman Biner

bibliografia: Guide du Valais -Herman Biner

note tecniche:
Il Taschhorn la cui quota ufficiale è di m 4490,7 è uno dei 4000 del Vallese più isolati e difficili da salire.
Fa parte della catena dei Mischabel e visto da ovest è più imponente del Dom. Il nuovo bivacco al Mischabeljoch riduce in parte il suo isolamento e permette la salita della sua bellissima cresta SE.
La roccia che costituisce la cresta non è di buona qualità, specialmente in certi punti, e grandi cornici rendono la salita, ma ancor più la discesa molto delicate.

descrizione itinerario:
Dal colle seguire la cresta di rocce rotte non troppo solide, ma abbastanza facili e aggirare sulla dx il primo salto e i primi gendarmi (ometti).
Tornati in cresta la si segue sino alla torre quotata m 3980, la si sale e si prosegue per la cresta un po' più facile sino alla punta m 4175.
La cresta è sempre non difficile sino all'imbocco di un grande canalone che scende verso Saas dove si raddrizza e diventa più affilata e nevosa con importanti cornici.
A seconda dell'innevamento può essere necessario traversare a sn per pendii molto ripidi per poi risalire sempre per pendii ripidi a una spalla che precede il salto teminale, questo per aggirare le grosse cornici che incombono sul versante E.
La parte terminale si sale spostandosi un po' verso dx poi direttamente per un costolone di rocce non difficili (2), ma specialmente all'inizio molto poco solide.