Ramière (Punta) o Bric Froid diretta Versante Nord

Ramière (Punta) o Bric Froid diretta Versante Nord

Dettagli
Dislivello (m)
1400
Quota partenza (m)
1642
Quota vetta/quota (m)
3303
Esposizione
Nord
Difficoltà tecnica
4.1
Esposizione
E2
Tipologia
Itinerario complesso

Località di partenza Punti d'appoggio

Avvicinamento
Si raggiunge Sauze di Cesana e si segue per un breve tratto la strada che porta a Sestriere, per poi deviare a destra seguendo le indicazioni. Si supera il torrente e, salendo in modo abbastanza deciso (la prima parte è stata asfaltata ultimamente), si arriva ai casolari di Brusà del Plan, proseguire per la strada principale sempre su un buon sterrato e attraversati alcuni piccoli ponti su torrentelli (belle cascate sulla nostra destra) raggiungiamo le baite di Argentera (sul fianco sinistro). Qui alla nostra destra troviamo i cartelli che indicano il sentiero EPT 612 per il Colle Ramière.
Solamente a stagione inoltrata (fine maggio/inizio giugno) è possibile arrivare al punto di partenza ideale.
Note
Ampio pendio-canale visibile anche dalla strada fra Sestriere e Cesana.
A seconda della stagione e dell'innevamento la strada può essere chiusa all'inizio della Valle Argentera (località Ponte Terribile) oppure lungo la vallata.
Normalmente in condizioni da maggio a giugno.
Descrizione

L’inizio del sentiero è di difficile individuazione. Dopo un brevissimo tratto nei prati (stare sul piano andando verso destra, dopo 50 m si vede un cartello sotto un larice con l’indicazione Ramière, subito dopo il sentiero inizia a salire con un tornante ed inverte la direzione), ci si inerpica in diagonale nella pineta verso la quota 2187 m; questa è l’unica via che permette di superare il salto roccioso che sovrasta Argentera. Dalla quota 2187 m, piegare a destra quasi in piano per aggirare un piccolo costone e portarsi nel vallone del Grand Adreit sopra il salto basale.
Al pianoro di quota 2400 m risalire un incassato e sinuoso canale (30-35°) fino al secondo pianoro sotto il versante nord della cima. Da qui l’itinerario è evidente e permette di raggiungere la cresta a poche decine di metri dalla cima (40-45°).
Discesa: 150 metri a 40-45° poi altri 250 metri a 35-40°.
Quindi o si rientra sul percorso “normale” oppure si scende nell’incassato canalino descritto per la salita (solo con neve assestata).

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
gulliver
02.06.2020
4 mesi fa
2 anni fa
3 anni fa
4 anni fa
5 anni fa
6 anni fa
7 anni fa
9 anni fa
10 anni fa
12 anni fa
13 anni fa
15 anni fa
16 anni fa

Condizioni

Link copiato