Ortles via Normale dal Rifugio Payer

difficoltà: PD+   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1840
quota vetta (m): 3905
dislivello complessivo (m): 2200

copertura rete mobile
vodafone : 0% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: gigiu66
ultima revisione: 05/09/10

località partenza: Solda (Stelvio , BZ )

punti appoggio: Rifugio Julius Payer (3029 m)

cartografia: carta Tabacco, foglio 08 Ortles-Cevedale

accesso:
Dal parcheggio Santa Geltrude a Solda (subito dietro la chiesa) si sale lungo il sentiero nr. 4 prima attraverso un bel bosco di pino cembro, poi sulla vedretta di Marlet completamente ricoperta di detriti morenici fino al rifugio Tabaretta (2556 mt). In alternativa, dal parcheggio è possibile prendere la seggiovia, che parte poco oltre l'abitato di Solda. Dietro il rifugio costeggiando il pendio orientale della punta Tabaretta si arriva alla forcella dell'Orso (2879 mt) dove si segue la cresta Nord, esposta e protetta in alcuni punti con catene fino al Rifugio Payer (3029 mt).

note tecniche:
L'ultima acque si trova a 2250 m sul sentiero che collega l'arrivo della seggiovia con quello che sale da St. Geltrude, altrimenti bisogna comprarla nei rifugi. Sul sentiero 4 ottima fontana nel bosco a quota 2000 metri circa. Una fontanella è stata recentemente creata poco sotto il rif. Tabaretta, ma potrebbe essere asciutta nei mesi più caldi.
Il dislivello tiene conto delle discese e risalite fra il Rif. Payer e il ghiacciaio.

descrizione itinerario:
Dal rifugio Payer seguire il sentiero in direzione SO passando per il versante NO della Punta Tabaretta. Dopo il passaggio di due forcelle il sentiero scende di alcune decine di metri ad un colletto terroso e si inizia ad attaccare la cresta su passaggi non sempre obbligati ma comunque intuibili (alcune piccole e discrete tacche verdi nei punti dubbi). Dopo una risalita quasi verticale di circa 60 metri protetta con catene (passi di II), intorno ai 3200 mt e sul filo della cresta, si trova il passaggio chiave con un breve passo di III molto esposto (protetto con 2 anelli). Segue un breve traverso in leggera discesa e si giunge all'attacco del ghiacciaio.
La prima parte è molto crepacciata e con pendenza moderata. Arrivati sotto il dosso dove vi è il bivacco Lombardi si può scegliere di superare il pendio di destra su neve o ghiaccio duro e con pendenza abbastanza rilevante (20 mt a 40°) oppure attaccare la paretina rocciosa sulla sinistra (10 mt II/III) e portarsi nei pressi del bivacco dove poi si rimette piede sul ghiacciaio. Da qui un lungo traverso ascendente verso destra piuttosto ripido (breve tratto a 45°) porta all'altipiano superiore dell'Ortles (grossi crepacci) e via via per moderata pendenza, aggirato l'ultimo tratto sul fianco ovest, si giunge fino alla vetta.
Discesa dalla via di salita.

altre annotazioni:
Tuckett e compagni nel 1864.