Grand Combin De Valsorey Arete du Meitin

difficoltà: AD+ :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Ovest
quota partenza (m): 3037
quota vetta (m): 4184
dislivello complessivo (m): 1150

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: pederpan
ultima revisione: 28/05/10

località partenza: Bourg Saint Pierre (Bourg-Saint-Pierre , Entremont )

punti appoggio: Cabane de Valsorey

cartografia: CN 1346 Chanrion

bibliografia: Guide du Valais -Herman Biner

note tecniche:
L’Arete du Meitin è il modo più sicuro per salire il Gran Combin, a patto di restare sull’itinerario, dove la roccia è più solida, anche se un po’ più difficile (AD+).
L’orario di salita varia a seconda delle condizioni, quando queste sono buone si sale in circa 5 ore dalla Cabane de Valsorey m 3037 che si raggiunge da La Delise (Bourg St. Pierre) m 1827 in 4-4 ore e mezza di buona marcia.
Per la discesa se effettuata dove si sale prevederne altrettante, in particolare la discesa sino all’auto dalla cima e di circa 2500 m, risalite comprese, ma con molto spostamento.
La cresta si può anche salire con partenza dalla Cabane de Panossiere, ma richiede molto più tempo.

descrizione itinerario:
Dal rifugio (tracce e ometti) ci si porta a ds su di un piccolo ghiacciaio che si attraversa in leggera salita sino ad un dosso di sfasciumi dove si incontra una traccia che con marcia faticosa conduce all’attacco della via, circa 60/70 m sopra il colle di Meitin.
Primo risalto: La cresta è all’inizio facile, poi, quando aumentano le difficoltà il consiglio è di rimanere a sn sulla roccia solida del filo o nei suoi pressi senza farsi tentare dalle facili cenge sulla ds.
Si trovano presto due dei 40 spits, che secondo il guardiano del rifugio dovrebbero esserci in via, anche se io ne ho visti poco più della metà, con un primo passo duro. All'altezza di questo primo risalto con spit una traccia di sentiero taglia per un centinaio di metri verso dx, per andare a prendere un secondo sperone secondario che si può salire con un tiro di quarto (da proteggere) per tornare poi verso sinistra sulla cresta principale al di sotto della cima del primo risalto; comunque preferibile la salita tenendosi sulla cresta principale.
Proseguendo sempre nei pressi del filo si giunge sotto lo strapiombo che forma la cima del primo risalto, si attraversa a ds sino ad un corto diedro che riporta in cresta (numerosi spits).
Secondo risalto: Dopo un tratto di cresta facile, arrivati nei pressi del secondo risalto, si attraversa a ds per sfasciumi sino ad un canale sulla cui ds vi è un evidente e caratteristico torrione.
Si risalgono pochi m il canale poi a ds all’intaglio tra il torrione e la sua crestina (corda con nodi).
Si sale la crestina seguendo gli spits leggermente verso sn su un terreno che si fa sempre più detritico sino alla spalla.
Terzo risalto: Attaccare un po’ a ds del filo dove la roccia è ancora solida e salire direttamente in cima al Gran Combin di Valsorey m 4184,4 (spits).
Da qui in poco meno di un ora si può raggiungere il Gran Combin di Grafeneire m 4314.
Discesa: Conviene scendere per la via di salita, qualche corda doppia, ci si mette più tempo, ma è più sicura.