Salè e Savi (Monti) dal Gias Cavera, anello

Salè e Savi (Monti) dal Gias Cavera, anello

Dettagli
Dislivello (m)
1060
Quota partenza (m)
1859
Quota vetta/quota (m)
2630
Esposizione
Varie
Grado
EE

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
I monti Salè e Savi sono due comodi belvederi sulla Valle Stura, e valide alternative alla salita al M. Nebius, che può comunque essere aggiunta a completamento di un bel trittico.
Descrizione

Da Demonte si risale il Callone dell’Arma fino al Gias Cavera, posto poco oltre la casa di caccia. Poco prima dell’alpeggio si stacca una sterrata (catena dopo un centinaio di metri) che in leggera discesa porta al Gias Serour. Prima di raggiungere l’alpeggio si piega a dx (ovest, palina) e si segue il fondo del vallone Serour (tracce di bestiame) seguendo il corso del rio, spesso asciutto. Superata una baita isolata, ci si innesta in una mulattiera (“sentiero dei fiori”) proveniente dal colle di Valcavera che si segue verso sx (sud) fino al colle Serour. Qui si piega a dx (nord) e si risale la cresta sud del monte Salè per una cinquantina di metri, quindi, seguendo un’esile traccia, si traversa il versante OSO, fin quasi alla cresta N, dove una serie di ometti segnalano un sentierino che torna verso S e risalito un ripido canalino di roccette conduce in vetta.
Tornati al col Serour, seguendo il filo di cresta verso Sud, si supera il dosso denominato La Moura e si tocca in pochi minuti un ampio colle alla base della cresta OSO del M. Savi. La si segue costeggiandola dapprima sul lato sud, quindi su quello nord, e senza difficoltà di sorta si tocca in breve la vetta.
Discesa per l’itinerario di salita.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Bibliografia:
Blu ed.
marcog72
12.09.2020
3 settimane fa
3 mesi fa
4 mesi fa
5 anni fa
9 anni fa
15 anni fa

Tracce (1)

Condizioni

Link copiato