Chenaille (Monte) dalla Comba di Champillon

La gita

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle

note su accesso stradale :: ok

Lo scopo della gita di oggi era andare a vedere il Tor des Geants e il Tot Dret (da Gressoney a Courmayeur) abbinando una punta per noi nuova, e così abbiamo fatto. Siamo salita al Rifugio Champillon e al Colle Champillon. Poi abbiamo preso il ripidissimo pendio che sale a destra del colle (rare tracce e nessun segno o ometto) fino ad arrivare sulla dorsale a quota m. 2991 dove si trova un ometto. Da qui seguire gli ometti. Il sentiero (se così si può chiamare..) supera alcune sellette e supera grossi blocchi (sempre sul versante di Etroubles, da quota m. 2991). Poi risale un tratto di facili roccette in cui ci si aiuta con le mani e si arriva nella bella e comoda cresta finale che porta all’ometto in vetta della cima sud. Io, Giorgio e Pier Albino ci siamo fermati qui, mentre per la nord occorre superare un tratto di cresta esposto. Bellissimo il panorama sul Velan e sulle altre cime della Valleè. Ridiscesi con cautela abbiamo raggiunto Gianni e Sergio che ci aspettavano al Colle e siamo scesi al Rifugio per applaudire i vari concorrenti che passavano. Rientro passando da un alpeggio a prendere la fontina. Bellissima escursione dal libro di vetta poco frequentata, a torto.

Gita caricata il 13/09/18

Le foto

La ns meta
Il ripido tratto dal colle
Sulla cresta finale
L'ometto in cima alla punta sud del Monte Chenaille
Gli amici Pier Albino e Giorgio in vetta
Pietraie
Arriviamo al Rifugio Champillon
Campanacci per l'arrivo dei concorrenti
La vicentina Francesca Pretto prima del TOT DRET e quarta assoluta
La spagnola Silvia Ainhoa Trigueros Garrote prima del Tor des Geants e 12 assoluta
Descrizione completa dell'itinerario