Conoia o Conoja (Bric di) da Viozene, anello Costa Ciagrea e Cima delle Roccate

La gita

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle

Fatto l'anello in senso contrario rispetto a quanto descritto nell'itinerario .Mi sento di sconsigliare decisamente questo giro ( almeno in questa stagione ) in quanto nel tratto sotto la Costa Ciagrea il percorso è ripidissimo e senza tracce e pure più giù , prima del borgo di Celle di Pornassino , il sentiero non è sempre facile da trovare . Partito con l'amico Filippo alle 7,00 da Viozene siamo saliti con calma , approfittando della magnifica giornata , sino al Bocchin d'Aseo e poi sino al Conoia . Panorami spettacolari su Liguri , Marittime e persino Graie , con l'ombra della Corsica a sud . Scesi poi per ripida china sino al Bocchino del Bianco , sono salito alla Cima delle Roccate e dopo abbiamo iniziato la discesa per l'erbosa e ripida Costa Ciagrea, che si è rivelata molto più faticosa del previsto .Erba alta , pendii scoscesi e totale assenza di tracce hanno reso difficile il cammino. Abbiamo raggiunto il vallone Grimaudo ( dove pascolavano alcuni bovini ,compreso un toro) ed abbiamo trovato un sentiero in piano che abbiamo seguito (con qualche difficoltà in un punto) sino al Pian degli Uccelli e poi a Celle di Pornassino. Da lì , seguendo le indicazioni dell'abitante della casa , abbiamo preso il bel sentiero nel bosco e , dopo aver guadato il Rio Bianco , abbiamo raggiunto Toria e quindi Viozene . Magnifiche stelle alpine nei prati più alti e qualche camoscio dalle parti del Profondo ( che è privo di neve). Acqua al Pian Rosso , al Pian dell'Olio , a Celle di Pornassino ed a Toria .
Magnifica gita sino alla Cima delle Roccate , purtroppo rovinata dalla seconda parte , che ha presentato qualche difficoltà di troppo . Ringrazio Filippo per la compagnia nell'annuale escursione insieme .

Gita caricata il 15/08/16

Le foto

Sopra al Bocchin d'Aseo
Il Profondo
Alpi Marittime al completo
Filippo ed io in vetta al Conoia
Bocchin del Bianco , Cima delle Roccate e Pizzo d'Ormea dal Bric di Conoia
Clapier e Gelas
La bella cresta del Ferà. Si nota laTesta di Garibaldi.
Argentera , Marguareis e Saline
Sulla Cima delle Roccate ; sullo sfondo il Mongioie
La rocciosa parete nord del Conoia
La Conca Revelli sovrastata da Punta del Zucco
Lo scosceso vallone di discesa. In alto la Cima delle Roccate.
Descrizione completa dell'itinerario