Braida (Colle) da Avigliana/Giaveno, giro per Prese Rossi

difficoltà: MC / BC / S1   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Est
quota partenza (m): 350
quota vetta/quota massima (m): 1075
dislivello salita totale (m): 800
lunghezza (km): 30

copertura rete mobile
vodafone : 40% di copertura
tim : 26% di copertura
no operato : 0% di copertura
3 : 80% di copertura

contributors: lucabelloni BUBETTA
ultima revisione: 06/12/15

località partenza: Avigliana/Giaveno (Avigliana , TO )

cartografia: Fraternali 1:25000 n.4 Bassa Valle Susa, Musinè, Val Sangone, Collina di Rivoli

note tecniche:
Itinerario parziale della enduro 360 (soprannominata ENDURO DELLE STREGHE)

descrizione itinerario:
Salita da Avigliana:
Si sale sulla strada asfaltata per il Colle Braida/Sacra di San Michele fino al Villaggio Primavera. Entrare nel villaggio e proseguire su Via dei Tigli. Si intercetta nuovamente la provinciale e la si segue superando le Case Santo Stefano (bivio per Giaveno tramite Via Sala).
Prima della frazione Mortera, svoltare a sinistra (cartello Certosa 1515) su una bellissima strada lastricata che sale fino al convento di San Francesco. Tenere sempre la sinistra e con alcuni saliscendi si arriva a Bussone e si intercetta la provinciale che sale da Giaveno. Da qui si prosegue su asfalto fino al Colle Braida; giunti al colle 1007 m, proprio a destra dell'area picnic a fianco alla fontana, seguire la strada per 1,5 km dapprima asfaltata e poi sterrata, che aggira il Monte Ciabergia (si tralascia una prima deviazione sulla destra in mezzo alle case) e termina alla radura di Prese Rossi 1075 m.

Salita da Giaveno:
Seguire la statale fino al Colle Braida oppure per evitare il traffico deviare subito a dx su Via San Francesco e a seguire la Via Sala. Si percorrono 3 km su stradina asfaltata e, in prossimità delle Case Santo Stefano, ci si immette sulla provinciale che da Avigliana sale alla Sacra, da qui come per il percorso da Avigliana, si arriva a Prese Rossi.

Discesa:
Si continua diritto per 100 m tralasciando la prima deviazione a dx (che passa in mezzo alle case) e anche la seconda (stradina ghiaiosa con catena) e si imbocca il sentiero ( percorso PS2 della 360 enduro). I primi 100 mt dsl sono molto ripidi e tecnici (S2 con radici, pietre ferme e gradoni) poi sempre impegnativo ma più scorrevole e comunque con alcuni tratti esposti. Sempre diritto (è ben segnato e comunque intuitivo) fino ad arrivare ad un tratto sul crinale con delle panchine ed un bel panorama sui laghi di Avigliana. Il fondo diventa sconnesso e dopo alcuni tornanti si incrocia un altro sentiero, svoltare stretto a dx. Si arriva ad una roccia con le indicazioni VS (Via Sacra) con un bivio e qui girare stretto a sinistra. A seguire alcuni sali scendi e guadi scorrevoli ed un tratto nuovamente sconnesso e ripido. Il sentiero porta a costeggiare una baita disabitata, poi una casa, per finire su una strada cementata alle porte della borgata Mortera sulla SP che collega Avigliana alla Sacra.
Qui 2 possibilità:
- si svolta a dx sulla provinciale e si scende 100 m oltre il bivio di salita che conduce alla borgata Sala di Giaveno. Si imbocca il sentiero in leggera salita che scende su buon fondo, a tratti un po' sconnesso, fino ad incrociare la stradina che a sx porta al campeggio sopra il villaggio Primavera ed a dx verso Giaveno.
- si svolta a sx sulla provinciale per cimentarsi in un altro bel single track. Dopo circa 50 metri parte a dx il sentiero PS3 della 360 enduro che ha le caratteristiche del PS2 ma ciò che la caratterizza è la parte finale con un susseguirsi di tornanti stretti e ravvicinati. Il PS3 termina in località Bertassi da cui con 5 km si ritorna ad Avigliana e con 9 km a Giaveno.