Pian Real (Monte) da Tonda, anello per la Punta Costabruna

Pian Real (Monte) da Tonda, anello per la Punta Costabruna

Dettagli
Dislivello (m)
1600
Quota partenza (m)
1150
Quota vetta/quota (m)
2621
Esposizione
Est
Grado
EE
Sentiero tipo, n°, segnavia
Segnavia 446 e 435 in salita e 420 in discesa

Località di partenza Punti d'appoggio
Bivacco Pian dell'Orso

Avvicinamento
raggiungere Giaveno e attraversarlo in direzione Coazze; raggiunto il ponte sul torrente Sangonetto volgere a destra e seguire le indicazioni per Tonda Merlo. In breve si arriva a Tonda, attraversare la borgata e parcheggiare nei pressi del primo tornante dopo le case.
Note
Cima molto panoramica sul bacino di Cassafrera e sul massiccio Cristalliera-Malanotte-Villano-Rocciavrè e con percorso piuttosto lungo (circa 20 km A/R).


Descrizione

Proseguire sulla strada asfaltata in direzione di Merlo per poche decine di metri e poi imboccare il sentiero 446 indicato da un’evidente palina segnaletica sulla sinistra della strada (seguire sempre seguendo l’indicazione Colle del Vento). Il sentiero prosegue nel bosco sempre ben indicato fino a raggiungere il Colle Be Mulè sulla cresta spartiacque con la Val Susa. Qui il segnavia diventa 435 e prosegue sempre al di sotto della cresta toccandola nuovamente al Pian dell’Orso per poi raggiungere il Colle del Vento. Svoltando a destra per tracce di sentiero si può raggiungere in breve il M. Muretto posto sullo spartiacque con la Val Susa. Ritornati al Colle del Vento si può proseguire direttamente per cresta su pendii ripidi fin sulla vetta della Punta Costabruna oppure proseguire sul sentiero sempre segnalato che taglia il versante Est della suddetta cima per raggiungere il Colle delle Vallette. Giunti sotto all’erbosa cresta Est si può facilmente salire in vetta per ripidi prati.
Dalla vetta seguendo le tracce sulla cresta Sud si scende a toccare il Colle delle Vallette, dove un’indicazione in vernice bianca segnala la prosecuzione del tracciato fin sulla P. Pian Real. Da qui seguendo ometti, segni bianchi o rossi o gialli e spesso dei particolari segnavia rossi a forma di fungo puntinato di bianco, si raggiunge la cresta della nostra vetta. Proseguendo su roccette alla nostra destra si raggiunge il punto più alto, mentre verso sinistra si raggiunge la croce di vetta con un breve passaggio su di una placca rocciosa. Il libro di vetta è nascosto sul lato Sud ed indicato da una freccia rossa.
Discesa: Si torna al Colle delle Vallette e si segue il sentiero in direzione Est che va a toccare il Laghetto Superiore e poi l’Alpe Superiore e quella inferiore di Giaveno. Si prosegue sempre sul sentiero segnalato e si toccano le Borgate Sisi e Dogheria prima di arrivare al tornante dove si è parcheggiato l’auto.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
Fraternali 1:25.000 n.4 Bassa valle Susa Musinè Val Sangone Collina di Rivoli
rfausone
29.07.2020
2 settimane fa
2 anni fa
9 anni fa
10 anni fa

Tracce (1)

Condizioni

Link copiato