Pian Real (Monte) da Tonda, anello per la Punta Costabruna

Pian Real (Monte) da Tonda, anello per la Punta Costabruna
La gita
rfausone
4 25/09/2010
Traccia GPX
Traversata ad anello di M. Muretto-P. Costabruna-M. Pian Real

Ha già nevicato e dicono che ci sia neve a bassa quota. Mi viene in mente la Punta Costabruna e da qui è facile pensare che se le condizioni lo permetteranno potrei salire anche il Pian Real e ritrovarmi ad aver salito ormai quasi tutte le vette del Parco dell’Orsiera-Rocciavrè. Parto verso le 8 e 15 e sul posto ho visto che è possibile salire sia dal sentiero 420 che è quello conosciuto e che percorre la parte centrale del vallone, che dal sentiero 446 che intuisco si debba portare sulla cresta spartiacque con la Val di Susa. Inoltre le indicazioni mi dicono che sarà più breve arrivare al Colle del Vento da qui e di conseguenza lo scelgo come via di salita. Scelta che si rivelerà azzeccatissima poiché scoprirò un bellissimo percorso di salita molto panoramico. In breve arrivo ad una palina che indica la deviazione 446A che mi porterebbe a Dogheria e di conseguenza sull’altro sentiero, mentre io proseguo in un bel bosco che invita alla ricerca di funghi. Il percorso è molto lungo e si snoda nei pressi dello spartiacque con la Val Susa che però raggiunge solo al Colle Be Mulè (da qui il sentiero diventa 435) ed al Pian dell’Orso, mentre nella restante parte si svolge sempre sul lato del Rio Pairent. Dal Pian dell’Orso in su inizia a presentarsi un bel vento che pur non essendo particolarmente freddo risulterà sempre più forte e fastidioso. In meno di 2 ore e mezza sono al Colle del Vento che è letteralmente spazzato da un vento molto forte ed io senza soste salgo in breve fin sul M. Muretto dal qual ritorno immediatamente al colle precedente. Proseguo immediatamente sul sentiero che mi porterà al Colle delle Vallette ed arrivato alla base della cresta Est della Punta Costabruna, la risalgo su pendii erbosi molto ripidi per poi scendere direttamente al Colle delle Vallette. Da qui alcuni ometti indicano di proseguire sulla ripida cresta per il Pian Real. Troverò ometti, segni bianchi, rossi e gialli ed in particolare moltissimi segnavia a forma di Amanita muscaria completamente rossi in cui si distinguono il gambo e la testa tutta puntinata di bianco. Sono veramente strani ed originali e mi accompagneranno praticamente fino in vetta. Raggiungo prima il punto più alto della montagna e poi vado alla croce di vetta che raggiungo con un breve passo di arrampicata su di una placca liscia. A fatica scopro che esiste un libro di vetta indicato da una freccia rossa e molto ben nascosto e qui, sorpresa, scopro che ci ha scritto sopra anche Stuart che conobbi alcuni anni fa alla Madonna del Cotolivier durante una salita scialpinistica e con il quale sono occasionalmente in contatto. Il libro di vetta con salite che iniziano nel 1996, ha solo una quindicina di pagine utilizzate a dimostrazione della scarsa frequentazione della vetta e del perfetto nascondiglio che occulta il libro stesso.
Resto in vetta una quarantina di minuti a bearmi delle belle vedute panoramiche, in particolare sulle vette principali del Parco dell’Orsiera-Rocciavrè, che già durante buna parte della salita facevano bella mostra di sé stesse. Nonostante le indicazioni del meteo dei giorni precedenti e la salita dalla cresta Nord, quassù non troverò neve con l’esclusione di pochissimi resti di una spruzzata appena accennata. In cambio è tutto gelato, terreno compreso. Riscendo sempre in mezzo al forte vento, fin al Colle delle Vallette e da qui su sentiero segnalato costeggio il Laghetto Superiore prima e le Alpi di Giaveno poi, ritornando alla partenza con un bell’anello tramite il sentiero 420.
Oggi ho incrociato una cinquantina di camosci ed azzeccato sia la scelta della gita che dell’itinerario, infatti, la vicina cresta spartiacque tra Val Susa e Valle di Viù presenta neve sul versante Sud a quote decisamente più basse di dove mi trovo io. Inoltre, le vette sono rimaste coperte dalle nubi e presumibilmente in mezzo alla bufera per tutto il giorno.

Link copiato