Cassorso (Monte), cima ovest dal Colle del Preit per il Passo della Gardetta

Cassorso (Monte), cima ovest dal Colle del Preit per il Passo della Gardetta

Dettagli
Dislivello (m)
693
Quota partenza (m)
2083
Quota vetta/quota (m)
2776
Esposizione
Varie
Grado
EE
Sentiero tipo, n°, segnavia
Rari segni rossi

Località di partenza Punti d'appoggio
Rifugio della Gardetta 2335 m

Avvicinamento
Da Dronero percorrere la val Maira fino a Ponte Marmora. Qui svoltare a sinistra, salire a Canosio, quindi a Preit . Proseguire sulla stretta strada asfaltata fino a giungere a un grande parcheggio sulla sinistra, poco sotto il colle del Preit.
Note
Il Monte Cassorso è la cima più alta della costiera spartiacque tra i Valloni di Unerzio e quello del Preit, è una montagna con due cime, la SO (con la croce in ferro) quella che viene salita di solito, e la cima NE separata dalla cima SO da un profondo intaglio, non viene quasi mai salita sia per la pessima qualità della roccia che per le difficoltà nel superare l'intaglio e la cresta successiva.
Una montagna costituita in buona parte da detriti e rocce rotte; gli unici itinerari percorsi sono appunto la breve e facile via normale con partenza dal Colle del Preit o dal Rifugio della Gardetta oppure il canalone SE dal Vallone del Preit quando è ancora innevato.
Data la posizione isolata, panorama eccezionale, specie su tutte le vette della vicina val Stura
La salita è abbastanza facile, si svolge su stradina e poi su una cresta detritica con tracce di sentiero e un breve tratto di facili roccette. In questo tratto occorre porre la massima attenzione, dato anche il fondo molto scivoloso.
Descrizione

Dal Colle del Preit, si segue la stradina sterrata che sale sulla destra, superando l’Agriturismo la Meja, e che con una serie di tornanti ci porta nel pianoro erboso superiore. Si trascura la diramazione di sinistra per il Colle Valcavera e si prosegue a destra, sulla strada chiusa ai veicoli.
In breve si raggiunge il ben visibile Rifugio della Gardetta 2335 m. Si prosegue lungo la strada sterrata nell’altopiano della Gardetta puntando alla larga insellatura del Passo della Gardetta 2437 m.
Dal Passo si abbandona la strada e si sale a destra lungo l’ampia cresta Ovest del Monte Cassorso, inizialmente erbosa fino ad un punto nodale a quota 2287 m dove la cresta diventa detritica e rocciosa. Si continua a destra lungo il filo della cresta, superando due brevi risalti per facili roccette. Si scende con attenzione per un ripido canalino detritico, attrezzato nel punto più ostico con una catena, ad una insellatura dove si riprende a salire su ripida e abbastanza scivolosa traccia, passando nei pressi dello sbocco del grande canale detritico del versante SE.
Dopo rimane solo un ampio e ripido dosso detritico, molto ripido e scivoloso nell’ultimo tratto, che conduce alla croce metallica posta sulla cima.
In discesa si segue a ritroso il medesimo itinerario.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
IGC foglio 111 Valle Maira - Acceglio - Chambeyron in scala 1:25000
ste_6962
02.07.2020
1 mese fa
1 anno fa
2 anni fa
3 anni fa
4 anni fa
5 anni fa
7 anni fa
8 anni fa
14 anni fa
24 anni fa

Condizioni

Link copiato