Coca (Pizzo) da Valbondione

La gita

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle

note su accesso stradale :: Parcheggio a inizio sentiero

Gitone per una grande montagna. Il dislivello si fa sentire, soprattutto durante la lunga discesa. Salito in circa 5 ore e mezza soste comprese. Lo sviluppo non è elevato: a parte il tratto rifugio Coca-lago di Coca si sale sempre sul ripido. Tutto il percorso è ben segnato, i bolli bianco rossi e l'evidenza del sentiero mi hanno permesso di percorrere con la frontale il tratto auto-rifugio Coca. Dalla bocchetta dei Camosci alla cima si tratta di un percorso alpinistico. I passaggi di arrampicata non superano il 2° grado ma la roccia è tipicamente Orobica ovvero sfasciata e poco affidabile. Casco consigliato. L'esposizione di alcuni passi non può permettere distrazioni. Ad oggi ramponi e picca sono indispensabili per un solo breve tratto di circa 30m di dislivello. Qualcuno saliva e scendeva questo breve canalino in scarponcini, a mio modo di vedere hanno fatto una sciocchezza. Neve gelata ed esposizione assoluta sul baratro: nessuno scampo in caso di scivolata. Molti stambecchi in giro nei pressi del rifugio e sopra al lago di Coca. Bellissimi alcuni maschi davvero giganti! Sole velato ma panorami comunque strepitosi per la più alta vetta delle Alpi Orobie e della provincia di Bergamo. Circa 10 persone su questo percorso oggi. Mi sono goduto la vetta in solitaria per quasi un'ora nonostante il venticello gelido.

Gita caricata il 15/11/15
Descrizione completa dell'itinerario