Cornet (Monte) da San Damiano Macra, giro per i colli Birrone, Melle, Ciabra

difficoltà: MC+ :: BC :: S1 :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 739
quota vetta/quota massima (m): 1944
dislivello salita totale (m): 1250
lunghezza (km): 30

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: GIORGIOBI
ultima revisione: 15/05/16

località partenza: San Damiano Macra (San Damiano Macra , CN )

cartografia: Chaminar en Bassa Val Maira (Rosano) - Fraternali 12 Bassa Val Maira

note tecniche:
Splendido giro, stagione ideale primavera ed autunno, da evitare nelle giornate nebbiose per non perdersi il panorama nel lungo tratto di cresta. La salita è quasi tutta ciclabile, molto comoda fino al colle Birrone su strada prima asfaltata e poi sterrata senza grandi strappi.
Dopo si trova qualche rampa più impegnativa ed un breve tratto non ciclabile sotto il colle di Melle. Per la discesa ci sono in zona tantissime possibilità, quella qui descritta è piuttosto lunga con qualche breve risalita, tanti falsopiani, abbastanza facile ma con qualche tratto più impegnativo (max S2). In pratica si fanno quasi 1300 metri quasi sempre in single track e l'asfalto lo si sfiora appena.

descrizione itinerario:
Uscendo da da San Damiano (739 m) direzione Acceglio si prende sulla dx la strada asfaltata per Pagliero, Chiabreri, Gr.Albert e Chesta dove diviene a fondo naturale fino al colle Birrone (1698 m).
Dal colle si prende la strada militare sulla destra che passa sotto il colle Birrone e, in corrispondenza dell'imbocco del gta che si stacca alla nostra destra, si imbocca invece una mulattiera sul lato sinistro (nessuna indicazione) che con percorso quasi sempre pedalabile con un po di attenzione ed in lieve pendenza si porta con un lungo traverso appena sotto il colle di Melle, l'ultimo breve tratto diventa molto ripido e con fondo impegnativo per cui bisogna spingere la bici.
Al colle la salita non è finita, si prende a dx l'evidente traccia in cresta con una prima rampa piuttosto ostica che raggiunge l'elevazione denominata Pra Marin sulla cartografia, poi con pendenze più dolci e qualche saliscendi si tocca il punto più alto del giro e cioè il Monte Cornet (1944 m - ancora un brevissimo tratto a piedi sotto la cima).
Da qui è tutta discesa: la traccia prosegue sulla panoramica dorsale toccando prima il Monte e poi il colle della Ciabra (1712 m).
Dal colle si torna indietro di qualche metro sulla militare e si individua sulla sinistra il single track (al primo tornante non svoltare a sx ma proseguire lungo la traccia a mezzacosta, palina per Roi) che con percorso spesso molto filante ed a volte un po tecnico deposita alla bella cappella di San Chiaffredo di Roi (1212 m). Dalla Cappella si segue verso dx il sentiero del Percorso Occitano (tacche gialle) che con splendido percorso (qualche breve strappo in salita) porta alla bellissima ed isolata borgata di Mostiola. Da qui si prosegue sul P.O. fino a raggiungere in breve una sterrata che va seguita per un breve tratto a destra in salita per subito dopo proseguire lungo l'evidente sentiero che stacca a sx (qui ancora P.O.).
In breve si raggiunge un altro bivio, si ignora la principale a destra (P.O. - indicazioni Pagliero che comunque potrebbe essere una valida variante di ritorno con un po più di asfalto nel finale) per seguire la traccia verso sinistra (nessuna indicazione) che deposita su strada sterrata appena sopra borgata Molineri. Si scende un breve tratto di sterrato, si entra nella borgata e si individua la traccia che, uscendo da Molineri, scende alla borgata Podio (qui nell'ultimo tratto si allarga a divenire largo tratturo).
Si attraversa Podio (954 m) e si punta alla bella chiesa di San Mauro dove, appena dietro scorre il nostro sentiero che in breve tocca la strada asfaltata che sale a Podio. Pochissimi metri di bitume e subito a sinistra si imbocca l'ultimo veloce single track che deposita nel centro a San Damiano Macra.