Caramia (Torrioni della) da Vasario

difficoltà: PD :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 1000
quota vetta (m): 1450
dislivello complessivo (m): 500

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: giuliof
ultima revisione: 24/04/16

località partenza: Vasario (Sparone , TO )

accesso:
Si risale la Valle di Ribordone e si sale alla Borgata Vasario, possibile parcheggio a Ceresetta e poi per comoda mulattiera fino alle borgate a 1000 m.

note tecniche:
Evidenti formazioni rocciose ben visibili dall'inizio della valle di Ribordone (Sparone - TO) e dai rilievi circostanti.
La cima è costituita dal torrione più alto ed è in posizione abbastanza centrale al di sopra dell'abitato di Vasario, è chiamata Punta Caramia ( da Casa del rame ), zona nota per le passate attività estrattive (vedere escursione alle miniere).
Quotata 1450 m. solo sulla Carta dei sentieri n 15 Escursionista & Monti. Eclissata da più famose mete escursionistiche, alpinistiche e siti di arrampicata della Valle dell'Orco, la salita a questi rilievi poco o nulla frequentati è riservata agli amanti del genere.

descrizione itinerario:
Si transita oltre la Chiesa di San Rocco e si oltrepassa il ponte sotto il quale scorre il rio delle Bumbe, si risale tra le case e si va ad attraversare il borgo fino a quando ci si trova davanti a un cartello con la scritta Vernai, si sale a destra passando davanti a due fontanelle e a fianco di un acquedotto (qui il sentiero è un po’ sporco poi entra nel bosco e si fa più evidente, segnato da tacche rosso bianche).
Oltrepassata la prima baita che si raggiunge dopo pochi minuti, abbandonare il sentiero e risalire nel bosco costeggiando un pietraia (ometto e scritte su pietra).
Portarsi alla base del torrione centrale ove presente una specie di cavità (balma-grotta), mantenendo sempre la sinistra ed aggirando la placche lisce e scure e gli speroni secondari che si incontrano man mano che si sale.
La base del torrione è raggiungibile anche dalla bocchetta del vallone dell'alpe Verne (sia da Ceresa che da Vasario) e costeggiando o scalando in parte le rocce che compongono la dorsale di confine Sparone - Ribordone e aggirando alla base i 2 torrioni ovest (vedere relazioni escursioni stessa cima). Il canale ad ovest della cima principale è lungo circa 60 m, piega leggermente a sinistra, risolvibile con un solo tiro o 2 tiri da 30 m. Si sale per alcuni tratti su placca appoggiata (III^+) e per il resto su teppe erbose, arbusti e pietre instabili.
Giunti alla bocchetta ad ovest della cima si risale per pochi minuti il pendio boscoso verso destra a nord del rilievo e si giunge all'ometto di vetta.
Per la discesa è possibile una doppia con 2 corde da 60 m da albero nei pressi della cima, oppure per comodo sentiero con segnavia b/r dalla bocchetta di Caramia che si raggiunge percorrendo la facile dorsale verso nord (vedi relazione escursionistica), oppure il canale tra i 2 torrioni ovest, nettamente più laboriosa e richiede almeno un paio di calate in doppia per il superamento di alcuni salti. Utili friends da 0.5 a 3, cordini e fettucce, 4 rinvii.