Turu (Il o Monte) anello da Lanzo per il Monte Corno e Germagnano

sentiero tipo,n°,segnavia: 101A fino in vetta - 101C fino a Pian Bausano , poi 101
difficoltà: E :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 462
quota vetta (m): 1355
dislivello complessivo (m): 1100

località partenza: Lanzo - Regione Montebasso (Lanzo Torinese , TO )

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: nullaiocolmo rfausone mario-mont
ultima revisione: 18/01/14

cartografia: Carta "Sentieri.biz" Valli di Lanzo

accesso:
Provenendo da Lanzo direzione Cafasse appena al di là del ponte sulla Stura svoltare sulla destra sulla strada asfaltata che sale. Dopo 100 m si parcheggia l'auto in uno slargo dove si trova un pannello indicante il Parco Ponte del Diavolo oppure pochi metri oltre all'inizio del sentiero in un comodo parcheggio per 5-6 auto.

note tecniche:
Bellissimo giro a quattro passi da Torino. La salita è su un sentiero ritracciato splendidamente dal CAI di Lanzo e dalla Forestale, sentiero abbastanza ripido e che ogni tanto comporta passaggi su roccette.
Dalla vetta e dal passo della Croce ottimo panorama su tutte le valli di Lanzo. Spicca l'Uia di Mondrone.
Dall'altro lato ottimo colpo d'occhio sulla pianura.
Itinerario da non sottovalutare, in quanto con un discreto dislivello e molto lungo.
Da farsi in primavera. In autunno, essendo per la maggior parte esposto a nord può rivelarsi molto freddo.
Il dislivello segnato è indicativo, viste le numerose piccole risalite nel ritorno.

descrizione itinerario:
Dal parcheggio si prosegue sul sentiero che s'inerpica sulla riva destra dello Stura. Si seguono le indicazioni per il Passo della Croce. Arrivati a un traliccio il sentiero per qualche centinaio di metri prosegue su strada sterrata che porta alla Blina. Si continua poi di nuovo in mezzo al bosco in corrispondenza di una deviazione. Seguire sempre l'indicazione per il Passo della Croce (attualmente 23/4/2014 manca segnaletica per circa 60 metri, ma basta puntare a destra verso il crestone e si ritrovano subito i segni).
Da qui il sentiero è praticamente tutto in cresta o in sua prossimità fino al Monte Basso, poco rilevato, e subito dopo al Monte Corno. Dal Monte Corno si scende a sx prima per aggirare delle roccette e poi per arrivare al colletto tra il Corno e il Turu. Da lì di nuovo tutto in cresta. A quota 1300 m ca. altra deviazione a sx per evitare altre rocce (Attenzione! Bollino di deviazione su pietra a livello terreno; volendo si può proseguire in cresta con percorso segnalato da ometti) e seguendo sempre i bollini si arriva alla strada sterrata proveniente da Colbeltramo. Poche decine di metri di salita e si è in vetta (evitando di guardare i ripetitori).
Si scende poi sulla sterrata fin dopo il tornante e sulla sinistra si imbocca una stradina in discesa che in pochi minuti porta al Passo della Croce. Bel panorama e tettoia con panche e tavoli.
Ritornati sulla sterrata, la si percorre in discesa per lungo tratto fino ad entrare nel bosco. Qui, dopo un pilone votivo, si stacca un sentiero sulla desta che, prima in salita e poi in discesa su bellissimi prati e ottimi panorami, porta alla cappella di San Giovanni.
Da qui si piega a destra scendendo fino a raggiungere la condotta interrata che porta l'acqua proveniente dallle centrali della Val di Viù fino all'ultima di Funghera.
Si percorre il tratto in piano fino all'enorme bacino dismesso di Pian Murai, sormontato dalla caratteristica torre.
Si ritorna sui propri passi per pochi metri e si continua a scendere fino a raggiungere per prati e orti le case di Pian Bausano. Tenendo la destra nei numerosi bivi, sempre ben segnalati, si scende a raggiungere la provinciale della Val di Viù in corrispondenza del cimitero di Germagnano.
La si percorre per pochi metri e poi si prende a destra uns sterrata che corre parallela più in basso. Si raggiunge un'area pic-nic e poi si prosegue su sterrata che si inoltra nel bosco e diventa dopo poco un sentiero.
Con molti "monta e cala" si costeggia in alto la Stura fino a raggiungere con un'ultima discesa il Ponte del Diavolo.
Da lì si continua sempre su questo lato del fiume su un grosso sentiero che dopo poco sale a raggiungere il punto di partenza.
Tempo totale circa 6.30 - 7 ore di buon passo per un percorso di circa 17 km .

 

Mangia & Bevi nei dintorni

Piola Setugrino - (0.8 km)
Piola di campagna - (1.3 km)
Piola Luciana - (4.3 km)
Piola Gaute la nata - (5 km)

Prova anche ...

la sezione Mercatino, la fiera delle occasioni di gulliver su cui vendere qualche pezzo della tua attrezzatura che non usi più o cercarne uno di occasione

Itinerari nei dintorni

Turu (Il o Monte) anello da Lanzo per il Monte Corno e Germagnano - (0 km)
Merlo (Roc del) da Lanzo per la cresta di Monte Basso - (0.3 km)
Coassolo da Mulin turcin - (0.7 km)
Momello (Monte) da Germagnano e il Santuario di S.Ignazio - (1.3 km)
Serena (Cima) Anello da Germagnano - (1.3 km)
Druina (Monte) anello da Castagnole per il Turu e il Passo della Croce - (1.3 km)
San Giovanni (Colle) da Germagnano per Pian Castagna - (2.3 km)
Corno (Croce del Monte) da Monasterolo - (3.1 km)
Corno (Monte) da Monastero di Lanzo - (3.4 km)
Rolei (Monte) da Benne - (3.7 km)
Peretti Griva (Rifugio) al Pian Frigerola da Saccona per la Punta Prarosso, la Rocca Turì e la Rocca Frigerola - (3.9 km)
Cà Bianca Percorso dei presepi - (4 km)
Turu (Il) da Colbeltramo - (4 km)
Sentiero dei Mulini da Coassolo - (4.1 km)
Bracon (Pian) da Traves - (4.3 km)