Lampone (Cima) Cresta Nord per Colle del Termo

difficoltà: F   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord
quota partenza (m): 1304
quota vetta (m): 2584
dislivello complessivo (m): 1280

copertura rete mobile
vodafone : 60% di copertura
tim : 40% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: Atoki
ultima revisione: 23/09/11

località partenza: Carcoforo (Carcoforo , VC )

cartografia: IGC n°10 1:50.000

descrizione itinerario:
Da Carcoforo si segue una strada sterrata (segnavia 113) in direzione dell'alpe Le Coste. Si tiene il 113 fino all'alpe Selva Bruna dove si incontra il bivio per il colle del termo; si tiene la sx su itinerario n°112 e si prosegue ripidi fino all'alpe Trasinera Bella (1925 mt) e successivamente all'alpe del Termo (2081 mt). Il sentiero ben visibile arriva senza difficoltà al colle (2392 mt).
Dal colle si prende la traccia di sinistra sul versante di Rima che in piano a mezza costa taglia le prima 2 elevazioni della cresta (volendo si possono salire senza problemi).
Il sentierino porta ad un piccolo intaglio sulla cresta e da lì non si abbandona più.
Cresta non affilata, nè aerea anche se richiede comunque attenzione vista l'esposizione su entrambi i lati. Roccia bella e sicura; si possono cercare passaggi divertenti su roccia, ma con possibilità di aggirarli sul lato di Rima (ripido, ma con erba infida). Spezzone di corda facoltativo per non rischiare proprio niente. Passaggi di I/II e III andandoselo a cercare.
Discesa per cresta SE alla colmetta del Bas.
Dalla cima ci si abbassa tenendo sempre la cresta pratosa che divide la valle del Termo dalla valle del Lampone (non sulla cresta che divide la valle di Rima alla valle del Lampone, altresì segnata da ometti, ma più infida).
La traccia non sempre visibile si abbassa in diagonale (non scendere direttamente il vallone anche se i prati invitano poichè ci si ritrova su un salto roccioso pericoloso) verso la colmetta del Bas e da lì con segnavia n°111 (anche questo a tratti non visibile) si perviene all'alpe Le Piane (1828 mt), alpe Gattè (1645 mt) e per bosco ripido alla provinciale per Carcoforo, dove una bella mulattiera permette di ritornare al paese senza attraversare il torrente Egua.