Galisia (Punta) da Thumel per il Rifugio Benevolo

difficoltà: F   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord-Ovest
quota partenza (m): 1879
quota vetta (m): 3346
dislivello complessivo (m): 1467

copertura rete mobile
wind : 20% di copertura
vodafone : 20% di copertura
tim : 46% di copertura

contributors: ste_6962
ultima revisione: 10/03/10

località partenza: Thumel (Rhêmes-Notre-Dame , AO )

punti appoggio: Rifugio Benevolo 2285 m

cartografia: IGC foglio102 Valsavarenche - Val di Rhemes - Valgrisenche

bibliografia: CDA -

note tecniche:
Una bella montagna posta sulla cresta di confine tra Italia e Francia, tra il Parco Nazionale del Gran Paradiso e il Parc National de la Vanoise. La vetta della Punta Galisia inoltre rappresenta il culmine dove si incrociano le Valli dell'Orco, dell'Isère e di Rhemes. E' una montagna piuttosto nota e frequentata, sia come scialpinistica che come alpinistica facile nel periodo estivo. Si può considerare a tutti gli effetti una "meta classica" della zona. Normalmente si divide questa salita in due giorni. Il primo giorno si sale al Rifugio Benevolo dove si pernotta. Il giorno successivo si sale alla Galisia per il Ghiacciaio di Fond ed il versante Nord-Ovest, questo itinerario è la via normale dal Rifugio Benevolo. E' un'ascensione facile che si svolge inizialmente su sentiero, morena e ghiacciaio con alcuni crepacci, ma normalmente evitati dalla pista quasi sempre presente...dato che si tratta di una montagna molto frequentata. Questa montagna è collocata in un contesto ambientale di alta montagna incantevole, e dalla cima è possibile ammirare un panorama estesissimo. Come tutte le ascensioni su ghiacciaio richiede corda, piccozza e ramponi.

descrizione itinerario:
Risalita tutta la Valle di Rhemes si raggiunge Thumel, dove si lasciano le auto (ampie possibilità di parcheggio). Da Thumel si segue inizialmente una stradina sterrata, che va abbandonata dopo pochi minuti per prendere un ottimo e ben segnalato sentiero che sale verso sinistra, superando una zona di ampi pascoli e più in alto va ad intercettare la stradina sterrata che sale da Thumel.
Si segue la strada per un tratto, si supera un ponte e poi si devia a destra, evitando alcuni tornanti della strada, salendo per pendii erbosi e prati, raggiungendo prima l'alpeggio di Lavassey e poco dopo anche la spianata erbosa dove è situato il Rifugio Benevolo 2285 m (ore 1,30 da Thumel).
Il giorno seguente si inizia a salire lungo il sentiero che sale verso il Colle della Nivoletta su pendii prima erbosi e poi detritici verso sinistra. Quando il sentiero inizia a diventare ripido, si deve tagliare in leggera salita verso la fronte del ben visibile Ghiacciaio di Fond (sono presenti alcuni ometti e tracce di passaggio) che si raggiunge senza problemi.
Messo piede sul ghiacciaio si segue la quasi sempre presente pista che lo risale verso sinistra, non lontano dalla soprastante cresta rocciosa. Badando ad alcuni crepacci si sale gradualmente, si passa vicino ad alcuni torrioni calcarei di colore giallo, si prosegue a sinistra verso la cresta e poi con facile ed evidente percorso si raggiunge la vetta sormontata da un grande ometto di pietre. (ore 3,30 dal Rifugio Benevolo alla vetta della Punta Galisia).
La discesa avviene seguendo a ritroso lo stesso itinerario della salita.