Graue Wand Niedermann

difficoltà: 6a / 5c obbl
esposizione arrampicata: Sud
quota base arrampicata (m): 2800
sviluppo arrampicata (m): 400
dislivello avvicinamento (m): 500

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: fulviofly
ultima revisione: 22/06/09

località partenza: Tatsch (Realp , Uri )

punti appoggio: Albert Heim Hutte

cartografia: Plaisir Ost-Jurg Von Kanel

bibliografia: Jurg von Kanel - Plasir Ost - Filidor 2007

note tecniche:
La salita è descritta anche su "Arrampicare in Svizzera" edizioni Versanta Sud, ma viene sostanzialmente banalizzata. In realtà si tratta di una via di montagna, fisica, impegnativa e che necessita di essere integrata con friend e nut. L'ultima parte del piacevole avvicinamento si svolge in ambiente glaciale e quindi ramponi e piccozza sono quasi sempre indispensabili.I materiali consigliabili per la salita sono: 2 corde da 50 mt, 10 rinvii, una serie di nut, friend sino al 2 camalot, fettucce e cordini.

descrizione itinerario:
Dal parcheggio prendere il sentiero per il Rifugio ed entrati nella valle abbandonarlo per seguire le indicazioni che portano verso dx alla base della morena di circo che si supera per un sentiero ripido, quindi alla base della parete per nevaio via via più inclinato. Uno stretto canale con corda fissa porta all'attacco posto su un comodo ripiano. Tutte le soste della via sono attrezzate con 2 spit, i tiri sono quasi sempre lunghi 40 metri quindi le protezioni in posto sono molto parche.
1 tiro 5b 2 spit prima fessura
2 tiro 5c 5 spit 2 chiodi fessura
3 tiro 5c+ 3 spit 1 chiodo fessura atletica da proteggere con particolare attenzione
4 tiro 5b 2 spit 1 chiodo bella uscita da un diedro
5 tiro 4b 1 spit 1 chiodo salire verso dx e quindi uscire su un pulpito per una sorta di diedro
6 tiro 4a facile rampa
7 tiro 5b 4 spit verso sx sotto uno strapiombo
8 tiro 4b 1 chiodo 1 spit diedro e quindi uscita a sx su terrazzo
9 tiro 5c 5 spit risalto e quindi fessure verticali
10 tiro 5c spit fessura faticosa
11 tiro 5a 2 spit 1 chiodo uscita in vetta e quindi a dx (spit) per le 8 calate in doppia che si svolgono sulla via "Kalypso" e tendono, fronte alla parete, verso dx.
Alla base scendere con le fisse ed individuare dei cordoni per una ulteriore calata che permette di evitare la parte più ripida del nevaio.