Winterstock SO Turm IGoldmarie

Winterstock SO Turm IGoldmarie

Dettagli
Altitudine (m)
2700
Dislivello avvicinamento (m)
500
Sviluppo arrampicata (m)
250
Esposizione
Sud
Grado massimo
6b
Difficoltà obbligatoria
6a

Località di partenza Punti d'appoggio
Albert Heim Hutte, 2543 m

Note
A sinistra di Mangolyto, un po' più impegnativa. Difficoltà prevalentemente in placca concentrate in brevi passi difficili intervallati da sezioni più arrampicabili.
Descrizione

Accesso: dal parcheggio di Taetsch 2272 m, a monte di Tiefenbach sulla strada del Furka si sale per la Albert Heim Hutte. Attenzione: dal 2010 il parcheggio è a pagamento, costo 7 CHF al giorno pagabili ad una macchinetta automatica all’inizio della stradina sterrata; necessarie monete da 5 e 2 CHF. Senza raggiungere il rifugio, lo si lascia a destra e si scende nella valle che si inoltra tra Lochberg e Winterstock, seguendo le indicazioni per la Lochberglucke (segnavia bianco-rosso all’inizio e bianco-blu dopo il bivio per la Lochberglucke). Raggiunto il pianoro con il laghetto interrato, si lascia il sentiero e si prende a sinistra una traccia (ometti e segni gialli sui massi) che risale ripida verso l’evidente torre. Una volta all’altezza della base, si attraversa a sinistra e si raggiunge la cengia sopra lo zoccolo. Attacco nel settore sinistro su una bella placca (nome alla base). Nevaio basale di solito presente fino a metà/fine Agosto.

La via:
L1, 50 m, 5c, 8 fix: placca a vaschette.
L2, 30 m, 6a, 6 fix: su placca da sinistra a destra, poi fessura da cui si esce a sinistra in sosta. Meglio avere uno 0.75 camalot per la fessura.
L3, 40 m, 6b oppure 6a+/A0, 8 fix: Traversata a sinistra sopra il tettino (passo chiave, aleatorio)e quindi a zig-zag su placca incisa da fessurine.
L4, 40 m, 6a, 7 fix: fessurina che incide la placca sopra la sosta, poi a sinistra in un bel diedro.
L5, 40 m, 6a, 6 fix: dapprima placca adagiata, dove si raddrizza si attraversa a destra ad una fessura che si segue fino alla sosta su comoda cengia.
L6, 40 m, 6a, 5 fix: tiro ricercato a destra del diedro sopra la sosta, con uscita su spigolo-lama verticale molto esposto (in comune con Mangolyto).
L7, 20 m, 5b, 2 fix: ultimo risalto per breve fessura e placca. Sosta in vetta alla torre, veramente esigua.

Discesa: in corda doppia lungo la via di salita. Soste tutte con 2 fix, cordini e maillon di calata.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Bibliografia:
M: Della Bordella, Arrampicare in Svizzera. Ed. Versante Sud
quelo64
10/08/2012
8 anni fa
Link copiato