Morefreddo (Monte) da Laval

sentiero tipo,n°,segnavia: 330
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Ovest
quota partenza (m): 1690
quota vetta/quota massima (m): 2770
dislivello salita totale (m): 1080

copertura rete mobile
wind : 50% di copertura
vodafone : 70% di copertura
tim : 60% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: gigi02_to gieffe
ultima revisione: 17/11/15

località partenza: Laval (Pragelato , TO )

cartografia: IGC n. 105

accesso:
Superato Pragelato volgere a sinistra in Val Troncea e percorrere la strada che vi si addentra fino a raggiungere il bivio per la borgata di Laval e superarlo. Poco dopo si incontra il casotto dei guardiaparco ed in prossimità, sulla destra, il grande parcheggio dove è obbligatorio lasciare i veicoli a motore (m. 1690)

descrizione itinerario:
Itinerario A
In prossimità del parcheggio, sulla strada, imboccare a sinistra (palina) il sentiero n. 330 (indicazioni Morefreddo, Seytes, Troncea) che, attraverso un bellissimo lariceto, conduce al gran baitone ed ai ruderi della Borgata Seytes posta su un poggio (m 1919). Tralasciare il bivio a destra per Troncea e proseguire lungo il sentiero che, sempre con direzione NE, attraversa rapidamente la borgata per inoltrarsi nuovamente nel bosco più rado, toccando prima un abbeveratoio e poi una sorgente quotata (della Pernice). Usciti su terreno aperto il sentiero attraversa una breve valletta che immette ai pendii sommitali e spogli del Bric del Cucuc (affioramenti di serpentine) per poi proseguire sulla massima pendenza lungo la dorsale SW del Morefreddo, toccandone la vetta (m. 2770) sulla quale sorgono i ruderi di antichi baraccamenti militari di cui uno ripristinato a bivacco. Ampio il panorama: sulle cime spartiacque con la Valle Argentera, sulle vette del Vallone del Gran Miuls e di Massello (Albergian in lontananza, Fea Nera, Gran Miuls) e su quelle dell’alta Val Chisone a confine con l’alta Val di Susa; gli Ecrins e le cime della Vanoise a far da sfondo.

Itinerario B
Seguire la sterrata fino a quota 2030 dove si incontra a sinistra un sentiero che permette di tagliare un pezzo di strada; seguendo la direzione Nord-Est puntare agli impianti di risalita. Raggiunti questi, seguirli fino alla fine a quota 2540; da qui per prati seguendo la direzione Est raggiungere la mulattiera che porta al Colle Morefreddo (sentiero 215); poco dopo si incontra una traccia di sentiero che porta direttamente alla vetta