Nunda (Sommet de la) da Plain des Fontainettes

sentiero tipo,n°,segnavia: strada militare, poi tracce su sfasciumi - rari ometti - segni gialli scoloriti nella parte alta
difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 2093
quota vetta/quota massima (m): 3079
dislivello salita totale (m): 986

copertura rete mobile
wind : 80% di copertura
vodafone : 40% di copertura
tim : 40% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: mario-mont
ultima revisione: 04/08/11

località partenza: Plain des Fontainettes (Lanslebourg-Mont-Cenis , 73 )

cartografia: Fraternali 1:25000 n.3 Valle di Susa Val Cenischia Rocciamelone

bibliografia: Guida dei Monti d'Italia

accesso:
Percorrere la val di Susa. Raggiunta Susa si sale verso il Colle del Moncenisio, e si lascia l'auto prima di raggiungerlo, nei vasti piazzali del Plan des Fontainettes, nei pressi dei locali e della chiesa a piramide.

note tecniche:
Punta chiamata anche "Monte la Tomba". Da preferire ovviamente la prima denominazione...
La vetta non è di facile individuazione, in quanto vi sono parecchie puntine. Visto che il panorama non cambia, ci si può limitare alla prima, tondeggiante che si raggiunge dopo il colle. Tra l'altro dovrebbe anche essere la più alta, indicata nella Fraternali come vetta senza nome quota 3079 m. Il Sommet indicato a 3023 m risulterebbe da qualche parte più in basso sulla costiera, non sicuramente la successiva punta dove è posizionata una stazione metereologica, che dovrebbe essere a 3070 m circa..
La difficoltà riportata è riferita all'ultimo tratto dal canalino sotto il colle fino alla cima; per il resto la difficoltà è E.
Facile punta sulla costiera verso la Roncia. Panoramicissima su tutta la zona del Moncenisio.
Al ritorno è consigliable una visita al forte della Roncia, ben conservato e dalla inusuale forma semicircolare.

descrizione itinerario:
Dal Plain des Fontainettes prendere il sentiero segnalato per il forte della Roncia. Prima di arrivarvi, tagliare verso sinistra sulla traccia non segnata che va verso la nostra meta, già ben visibile verso ovest.
Attraversare la grande conoide di detriti che scende dalla punta Roncia e prendere la bella strada militare a sinistra (ometti). La strada si alza con pendenza regolare e numerosi tornanti, fino a pervenire a un ripiano detritico. Lo attraversa e va verso sinistra facendosi via via più esile e meno evidente.
Poi, sotto una imponente bastionata, volta a destra inoltrandosi nel canalino sotto il Col du Lou. Qui il percorso è meno evidente e spesso scompare la traccia, franata, anche se vi sono sufficienti bolli e ometti ad indicare la via esatta.
Con accentuata pendenza si perviene al colle.
Da qui voltare a sinistra su esile traccia, prima quasi in cresta e poi sul versante ovest.
Con facili passaggi su roccia si perviene in pochi minuti alla vetta quota 3079 m posta sulla sinistra (ometto).