Veilet, Viana, Pané, i 7 laghi D’Ovarda (Laghi di) dall’Alpe Bianca

Veilet, Viana, Pané, i 7 laghi D’Ovarda (Laghi di) dall’Alpe Bianca

Dettagli
Dislivello (m)
1460
Quota partenza (m)
1420
Quota vetta/quota (m)
2460
Esposizione
Tutte
Grado
EE

Località di partenza Punti d'appoggio

Avvicinamento
Superstrada Torino-Caselle, al termine si prosegue dritti (indicazioni Valli di Lanzo). Dopo Germagnano si prosegue per Viù e da qui per i Tornetti e infine per l'Alpe Bianca.
Note
Itinerario che se effettuato come descritto è lungo 20 km, da effettuare con buona visibilità. Attenzione al breve tratto con catene, se decidete di utilizzarle, verificatene anche l'integrità. Attualmente la prima catena che si trova provenendo dal lago Piccolo, ha un piccolo moschettone blu (più o meno al centro della catena) privo di un pezzo di metallo, per cui la maglia della catena a cui si aggancia potrebbe sganciarsi.
Descrizione

Si inizia su sterrata (evitando un tornante seguendo le tacche bianco-rosse) proseguendo sino a trovare le indicazioni per il Lago di Viana/Ciarm del Prete, dove il sentiero lascia la sterrata con un aumento di pendenza. Il sentiero ben evidente raggiunge il lago Veilet (2070 m). Qui il sentiero di sn, da percorrere al ritorno, conduce al Ciarm del Prete, si prende a dx per il lago di Viana (2201 m).
Dal lago il sentiero per il lago Panè, poco più in alto, non è evidente, alcuni ometti sono d’aiuto. Superato il piccolo lago anche gli ometti spariscono, si punta alla cresta, dove si intercetta il sentiero andando a sn. Poco dopo è visibile in basso il lago Lungo (2302 m), raggiuntolo si seguono le indicazioni per i laghi Mazzucchini.
Si giunge prima al lago Rocce Rosse (2460 m), da dove con una digressione è possibile raggiungere il colle Mazzucchini. andando a sn (sud) in breve si raggiungono i laghi Mazzucchini. Si segue l’indicazione per il lago Grande, il sentiero fa un traverso su terreno pietroso e poi inizialmente con pendenza accentuata e poi più dolce raggiunge il lago Grande (2220 m).
Da qui (palina indicatrice? su prato cercando le tacche in breve si raggiunge il lago Blu (2209 m). Si prosegue e il sentiero perdendo quota raggiunge il lago Piccolo (2152 m). Non volendo ripercorrere i propri passi, si scende ancora.
Si superano 2 brevi tratti, in leggera discesa, attrezzati con catene, raggiungendo un bivio a circa 2100 m. Si prende a dx in salita raggiungendo di nuovo il lago Grande. da qui per sentiero già percorso si raggiunge prima il lago Lungo e poi la cresta. Si segue a dx per sentiero fino al Ciarm del Prete. Incomincia la discesa che ci porta fino al lago Veilet ritrovando il sentiero percorso all’andata che conduce all’Alpe Bianca.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
fdf62
04.07.2020
1 mese fa

Condizioni

Link copiato