Valcuca (Cima di) Via Normale dalle Terme di Valdieri

Valcuca (Cima di) Via Normale dalle Terme di Valdieri

Dettagli
Dislivello (m)
1220
Quota partenza (m)
1385
Quota vetta/quota (m)
2605
Esposizione
Varie
Grado
PD-

Località di partenza Punti d'appoggio
Posto Tappa GTA Terme di Valdieri

Note
E' il punto più alto del frastagliato contrafforte che, dal modesto punto nodale (2567 m) a sud della Rocca di San Giovanni, si protende verso Nord-Ovest allungandosi tra la Valle Morta e l'appartata Valcuca sul Piano del Valasco con il contrafforte Ovest (2540 m).
Descrizione

Dal parcheggio a monte delle Terme si segue la strada che sale al Piano del Valasco,
Si sfruttano le scorciatoie che salgono a fianco del torrente Gesso della Valletta,e si recupera la strada poco prima del grande piano che ospita l’ex Casa di Caccia.
Si prosegue sulla carrareccia attraversando il Piano,si supera il torrente sopra un ponte con tavole di legno e subito si incrocia il bivio(palina) dove si deve girare a sx seguendo le indicazioni Colletto del Valasco,ora si prosegue su sentiero che entra in un bosco di larici e sale a tornanti fino ad incrociare a quota 2121 l’ex carrareccia militare proveniente dalla lontana Valscura (palina). Si continua seguendo le indicazioni per il Colletto Valasco fino a q.2300 ca (grande masso sulla dx,un palo di legno del telegrafo militare,un piccolo stagno) dove si abbandona la mulattiera per puntare sulla sinistra (ometto) verso un ripido canale (erboso nella parte alta, caratteristico masso incastrato alla base) che sbuca a sinistra della q.2605.
Per ripido pendio si raggiunge la base del canale, si supera il masso incastrato sulla destra su rocce miste a erba (F). Oltre l’ostacolo iniziale si entra nel canale, e per gradini rocciosi e levigati (II-), si raggiunge il pendio erboso soprastante. Con prudenza si continua fino ad un modesto colletto aperto sulla Valcuca. A questo punto si percorre verso destra il filo di cresta che porta su un’anticima poco più bassa della vetta (II-). Si scende su una forcellina, quindi, tra grossi blocchi rocciosi e un breve diedro (II) si raggiunge la piccola cima.
Discesa, con prudenza, per l’itinerario di salita.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
IGC 1:50.000 8 Alpi Marittime e Liguri
Bibliografia:
In Cima nelle Marittime II ed.Blu di Bruno-Campana
giorgiobi
24.08.2018
2 anni fa
4 anni fa
5 anni fa
6 anni fa
8 anni fa
9 anni fa
10 anni fa
12 anni fa
13 anni fa

Tracce (1)

Condizioni

Link copiato