Ruine (Monte) da Grange del Rio per il Vallone di Bonafonte

Ruine (Monte) da Grange del Rio per il Vallone di Bonafonte

Dettagli
Dislivello (m)
1135
Quota partenza (m)
2010
Quota vetta/quota (m)
3145
Esposizione
Sud
Grado
EE
Sentiero tipo, n°, segnavia
U18 poi tracce

Località di partenza Punti d'appoggio

Avvicinamento
Risalire la Val Varaita e, superato Chianale, parcheggiare al secondo tornante della salita per il Colle dell'Agnello presso le Grange del Rio (m 2010).
Note
Gita in un vallone solitario ad un panoramico tremila con bella vista sul versante ovest del gruppo del Monviso.
Descrizione

Dal tornante 2010 m sulla strada per il colle dell’Agnello, nei pressi delle grange del Rio, si imbocca il sentiero GTA U 18 che percorre il vallone di Soustra. Superate le grange Bernard e quelle di Soustra, a quota 2200 m circa ( piccolo ometto), a sinistra si individua una traccia, inizialmente poco evidente, che sale diagonalmente per entrare nel vallone Bonafonte. Il sentierino, spesso ridotto a traccia di bestiame, guada un piccolo rio e si porta su una dorsale erbosa dove si perde. Proseguire in direzione Nord sbucando in breve in un’ampia conca prativa (circa 2510 m). Qui si incrociano diverse tracce di bestiame ma la cosa migliore è salire sempre in direzione nord verso la testata dela conca, percorsa da un rio. A circa 2590 m si incrocia un evidente sentiero (ben visibile anche dal basso) che con percorso comodo traversa verso sinistra, supera un paio di torrentelli e si porta su una ripida spalla erbosa al di sotto della cresta Sud del monte Aiguillette. Qui il sentiero si perde. Risalire la larga ma ripida terrazza erbosa sotto la cresta Sud del M.Aiguillette fino a sbucare su un ampio ripiano erboso (m 2740 circa) che si attraversa per poi riprendere la ripida salita su vaghe tracce alla sinistra del rio, su terreno via via piu’ detritico. Quando la pendenza si attenua si sbuca su moderati pendii detritici e terrosi che adducono all’evidente Colle delle Ruine (m 3050), il quale si raggiunge con una leggera flessione a destra (nord-est). Dal colle si segue al meglio la cresta a destra (Est), destreggiandosi tra i detriti e le rocce rotte, fino a sbucare sulla piatta cresta sommitale. L’estremita’ est della cresta è sormontata da un grosso ometto di pietre.
E’ anche possibile poco prima del Colle delle Ruine risalire a destra per vaghe tracce il ripido pendio detritico puntando al piu’ vicino di due roccioni caratteristici posti sulla cresta sommitale. Questo percorso e’ conveniente anche in discesa.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
Fraternali Editore 1:25000 n.17 Alta Val Varaita
poudre
21.07.2019
1 anno fa
3 anni fa
4 anni fa
5 anni fa
6 anni fa
7 anni fa
8 anni fa
11 anni fa

Tracce (1)

Condizioni

Link copiato