Lupo (Cima del) da Chianale per il Colle del Lupo

Lupo (Cima del) da Chianale per il Colle del Lupo

Dettagli
Dislivello (m)
1300
Quota partenza (m)
1868
Quota vetta/quota (m)
3132
Esposizione
Nord-Est
Grado
EE
Sentiero tipo, n°, segnavia
U21, BIANCO ROSSO

Località di partenza Punti d'appoggio

Avvicinamento
Risalire la Val Varaita sino a Chianale. Appena dopo l'incantevole paesino girare a sx su di un ponte e proseguire sulla stradina in leggera salita che porta ad un parcheggio sterrato poco prima di un altro ponte (parcheggiare prima del ponte).
Note
Gita di ampio respiro in ambiente selvaggio e poco frequentato. Possibile una variante di salita appena dopo i resti militari al colle del Lupo facendo la cresta classificabile come F
Descrizione

Alla fine del parcheggio a sx seguire i segnavia che si inerpicano tra larici con segnavia bianchi e rossi (direzione lago blu). Il sentiero prosegue dapprima nel bosco poi tra zig zag su prato fino alla grange Antolina. Sempre con sentiero agevole si giunge al Lago blu (notevole vista su Rocca la Niera). Seguire per il Col Longet che si raggiunge in circa 20 minuti superando un salto roccioso con sempre agevole sentiero.

Arrivati poco prima del colle porre attenzione ad un piccolo cartello di legno che indica il colle del lupo sulla sx. Seguire quest’indicazione che in breve porta al Bivacco Oliviero e da li prosegue per salti prativi e qualche pietraia (sempre segnavia bianchi e rossi non frequentissimi porre attenzione!) fino al colle del Lupo (molto frequentato dagli stambecchi).

A sx del colle si sale per la cima di Pienasea (vedi altra relazione) a dx, dopo aver raggiunto il colle, si trova cima del Lupo. Dal colle passando a dx dei resti della casermetta militare ci si porta sul versante nord di Cima del Lupo. Proseguire tra instabili rocce alla base della montagna senza perdere quota per circa 200 metri. Superato il primo costone della cima, si intravede la cima.

Risalendo lo sfasciumoso pendio si arriva in vetta (15-20 minuti dal colle). Via alternativa (classificabile F) appena dopo aver superato sulla dx la casermetta al colle risalire un ripido canale con detriti molto instabili (attenzione se presenti altri escursionisti alle spalle). Alla fine del canalino, dopo alcuni brevi salti di roccia (passaggi di II) si giunge sulla splendida cresta. Proseguendo per cresta si giunge alla cima.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
fede1983g
19.07.2020
2 settimane fa

Condizioni

Link copiato