Ru (Torrioni del) – Sperone Keinwunder

Ru (Torrioni del) – Sperone Keinwunder

Dettagli
Altitudine (m)
2200
Dislivello avvicinamento (m)
50
Sviluppo arrampicata (m)
520
Esposizione
Sud-Ovest
Grado massimo
6a+
Difficoltà obbligatoria
5c

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
Via attrezzata. Possono essere necessarie un paio d’integrazioni per tiro con materiale medio e medio-piccolo. Roccia ottima
Avvicinamento
Sulla strada Balme-Pian della Mussa, superata la fontana di Bogone, parcheggiare dopo il tornante 38.5 di fronte a una villa in pietra con imposte verdi, di qui dirigersi alla parete con facile percorso fino all’attacco (vedi foto) in 10 minuti, segni e ometti.
Descrizione
  • L1 5b 30 m. Breve fessura iniziale quindi placche.
  • L2 3b 20 m. Traversare scendendo leggermente per poi superare un muretto e una corta placca fino alla base di uno sperone grigio.
  • L3 5c 45 m. Salire lo sperone e la placca successiva.
  • Spostarsi in obliquo 20 m. verso dx fino alla base di un muro nerastro.
  • L4 5b 25 m. Salire da sx a dx e dopo aver scalato un muro verticale piegare a sx alla sosta sotto uno strapiombo rossastro.
  • L5 6a+ 55 m. Breve traverso a sx, scalare un muro e proseguire a dx aggirando uno spigolo [valutare la possibilità di sosta intermedia sull’albero], continuare su muro fessurato e placca fino alla sosta dell’albero secco.
  • L6 4c Una facile placca porta a un muro nerastro che si sale e poi verso sx su spigolo arrotondato.
  • L7 4b 45 m. Dritto per facili placche superando anche un piccolo strapiombo. [possibile via di fuga salendo in obliquo a sx il pendio fino a intercettare il percorso di discesa].
  • L8 4b 45 m. Salire su un grosso blocco e proseguire sullo sperone. Sosta a sx sotto uno strapiombino.
  • L9 4b 45 m. Scalare un diedrino fessurato e scavalcare lo spigolo per proseguire direttamente alla sosta [qui si incrocia la via di discesa a piedi].
  • Salire verso dx una facile crestina per 20 m oppure nel canalino fino a una sosta con cordino alla base di uno spigolo
  • L10 5c 35 m. Scalare lo spigolo a sx per poi tornare a dx e proseguire alla sosta [possibile sosta intermedia].
  • Salire dritto alla cengia posta alla base dello sperone superiore.
  • L11 5a 45 m. In obliquo verso dx, superare un muro verticale e continuare su placca.
  • L12 3a 25 m. Tiro obliquo a sx fin sotto il grande tetto.
  • L13 6a+ 30 m. Muro sopra la sosta poi pilastrino e strapiombo sul bordo sinistro del tetto. Sosta alla base di una placconata.
  • L14 4b 25 m. In obliquo verso dx.
  • L15 5a 20 m. Torrione finale con belle fessure e lame.

DISCESA

  • doppia su L15 – 20 m.
  • doppia su L14 – 25 m.
  • doppia giù dal tetto su L13 – 30 m.
  • doppia obliqua a dx su L12 – 25 m.
  • doppia su L11 – 40 m.

Spostarsi sulla cengia 50 m. verso dx (faccia a monte) fino all’ultima doppia da 25 m. Da qui in poi la discesa si compie a piedi scendendo verso sx (faccia a monte) fino a entrare nel canalino che dà accesso alla larga cengia da percorrere, superando un ripetitore, fino alla strada nei pressi di una casa con evidente tetto rosso (segni e ometti, 20 min.). Di qui in discesa sulla strada fino alla macchina, 10 min.

 

 

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
H.KEINWUNDER NEL SECOLO SCORSO...FORSE - RENATO GIUSTETTO E FURIO SGUAYZER NEL 2021
Si ringraziano S.Gallina e G.M.Grassi per la collaborazione
Il tirolese H. Keinwunder, il più enigmatico e straordinario tra gli alpinisti degli anni cinquanta del secolo scorso. Era dotato di una classe purissima e di un’etica specchiata. Scalava cime per vie difficili e le discendeva sempre in arrampicata, non lasciava tracce del suo passaggio in parete, era del tutto disinteressato a raggiungere la cima, ben prima dei protagonisti del Nuovo Mattino torinese. Di lui si hanno notizie frammentarie e pochi scritti gelosamente custoditi. Alcuni amici, sgombrando una soffitta a Balme, hanno ritrovato un ingiallito quaderno al cui interno vi erano considerazioni e schizzi siglati “H. K.”. Si trattava di Herman Keinwunder? Forse visitò quest’angolo di Alpi Graie sulle tracce di antiche parentele. Una pagina riporta lo schizzo di una parete con sommarie indicazioni di arrampicata; siamo allora partiti per la nostra avventura, alla ricerca della via. L’abbiamo cercata scalando con l’utilizzo dei nostri metodi, forse non ortodossi agli occhi di Herman, ma d’altronde noi non siamo fuoriclasse come lui. Sicuri che non avremmo trovato segni materiali, ci siamo fatti guidare dagli appunti e dall’intuizione derivata dalla nostra esperienza. Noi ci abbiamo provato. Abbiamo trovato il percorso giusto? Abbiamo ripetuto esattamente la via? Mah…chiedilo a Keinwunder. L’unico docufilm realizzato sul fortissimo scalatore tirolese è stato presentato nel 2014 al Film Festival di Trento col titolo “Chiedilo a Keinwunder”. Si trova facilmente su YouTube in versione integrale, ne consigliamo assolutamente la visione.
Link:
https://www.youtube.com/watch?v=iTleBPVqX4E
radik
25/08/2021
3 mesi fa
4 mesi fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Webcam 1400m 250m

Balme

Webcam
Stazione Meteo 1215m 6.6Km

Forno Alpi Graie

Stazione Meteo
Stazione Meteo 2360m 7.6Km

Lago Dietro la Torre

Stazione Meteo
Webcam 2650m 8.3Km

Rifugio Gastaldi

Webcam
Webcam 1150m 8.7Km

Groscavallo

Webcam
Webcam 1610m 9.1Km

Usseglio – Pian Benot

Webcam
Webcam m 9.4Km

Uja di Bessanese

Link copiato