Marinet (Col) da Chiappera

Marinet (Col) da Chiappera

Dettagli
Dislivello (m)
800
Quota partenza (m)
2006
Quota vetta/quota (m)
2787
Esposizione
Sud
Grado
E
Sentiero tipo, n°, segnavia
sentiero segnato

Località di partenza Punti d'appoggio

Avvicinamento
Da Chiappera, al fondo della Val Maira, continuare sulla sterrata che fa un traverso in quota sotto la Rocca Provenzale e poi sale con qualche tornante fino a raggiungere le baite Grange Collet (2006 m). Parcheggiare nelle vicinanze della baita.
Descrizione

Bella gita panoramica e poco faticosa. Parcheggiata l’auto alle Grange Collet, continuare sulla sterrata seguendo le indicazioni per il Colle Maurin (segnavia T13). Superati alcuni tornanti (che si possono tagliare con scorciatoie), si arriva ad un grande pianoro erboso.
Prendere il sentiero che si stacca verso sinistra, lasciando la strada che invece si dirige alle baite Seimandi (attenzione, in questo punto non vi sono segnalazioni, solo un piccolo ometto evidenzia l’incrocio). Seguire il sentiero che attraversa il pascolo e risale la valle sempre abbastanza dolcemente, con brevi tratti più ripidi. Durante la salita, la vista verso valle sulla Rocca Provenzale è molto bella. Superare il laghetto della Sagna del Colle (2436 m) e salire tenendosi in alto, sulla sinistra orografica del torrente, che in questo punto ha scavato una gola piuttosto profonda. Dopo un tratto abbastanza pianeggiante, il sentiero raggiunge il colle de Maurin (2641 m), un’ampia sella che collega la Val Maira alla Valle dell’Ubaye in Francia, detto anche Col de Mary. Proseguire sul sentiero che sale a sinistra del colle, prima ripido e poi abbastanza pianeggiante, e che in circa mezz’ora raggiunge l’ampio Col de Marinet (2787 m) , con un bel panorama sul lago Marinet e sulle montagne intorno, tra cui l’Aguille de Chambeyron. Tempo totale 2.5 ore circa. Il ritorno segue lo stesso percorso dell’andata, con il vantaggio di avere il bel panorama della Rocca Provenzale proprio di fronte.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Bibliografia:
www.alpicuneesi.it/itinerari/vellemaira
aivlis
06.07.2018
2 anni fa
5 anni fa
10 anni fa

Condizioni

Link copiato