Briccas o Trucchet da Brich

La gita

Giudizio Complessivo :: ** / ***** stelle

osservazioni :: nulla di rilevante

neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn

Ormai sconsigliata per le racchette, meglio attendere che la neve si sciolga del tutto.
Da Brich si sale per prati verdi e ricchi di fiorellini, si inizia a pestare neve a quota 1750, ma fino a 1900 si cammina tranquillamente senza racchette. Causa mancato rigelo notturno (cielo coperto) la neve è una specie di palude bianca, piedi bagnati immediatamente.Da 1900 metto le racchette ma ogni passo sprofondo tantissimo e si forma lo zoccolo. Poi da quota 2100 per fortuna la neve aumenta parecchio e diventa abbastanza portante. Ho seguito la linea diretta verso la cima non avendo tracce precedenti a disposizione, seguendo ad occhio il percorso di uno scialpinista salito prima di me.
Gli ultimi 200 metri di dislivello sono su pendio abbastanza ripido (meglio guadagnare una modesta dorsale in direzione del Frioland), ho dovuto compiere un traverso un po' fastidioso e non del tutto sicuro per evitare di restare al centro del vallone, arrivando quindi alla croce di vetta dalla sua sinistra. In caso di molta neve non assestata meglio salire su linee più sicure.
Le due stelle sono per il paesaggio limitato da nubi e foschie che hanno reso cielo e neve identici e piatti, per la neve che causa il non rigelo era pessima, e per il vento freddo in cima (ma oggi su tutte le alpi non doveva splendere il sole?)
Ironia della sorte sulla vicina Ostanetta il sole è rimasto tutto il giorno....
Le cime della Catena del Viso si sono nascoste tutto il giorno, tranne orami tornato a Brich, quando il Monviso è apparso dalle nubi (vedi foto) regalando una visione Himalayana. Solitudine assoluta, tempo di salita 2h 30'.

Gita caricata il 23/04/07

Le foto

Monviso in versione Everest
Descrizione completa dell'itinerario