Sommeiller (Punta) da Grange della Valle

La gita

Sciabilità :: **** / ***** stelle

osservazioni :: nulla di rilevante

neve (parte superiore gita) :: primaverile

neve (parte inferiore gita) :: primaverile

note su accesso stradale :: La macchina si lascia lungo la strada prima del bivio con la sterrata

quota neve m :: 1900

attrezzatura :: scialpinistica

Gita lunga ma bellissima! La macchina si lascia lungo la strada (difficoltà a trovare posto e a girarsi) prima di arrivare al bivio per la sterrata che sale verso il rifugio Levi-Molinari; c'è infatti un tratto ancora innevato.
Una volta raggiunto il Levi Molinari, passare sul retro e seguire il sentiero segnato, andando a prendere il pendio nevoso che porta verso il Lago delle Monache. Qui la neve è rovinata dai vari passaggi a piedi, da vecchie tracce di discesa, da rami, alberi e massi....insomma, di tutto un pò. Noi l'abbiamo risalito a piedi fino a dove il pendio si abbatte. Qui abbiamo messo gli sci e ci siamo incamminati verso il Lago delle Monache; neve che aveva già mollato al mattino complici le alte temperature.
Raggiunto il Passo Galambra l'ambiente diventa più ampio e, tenendosi sulla dorsale a destra, con vari saliscendi si passa di fianco a vari caseggiati ormai abbandonati per poi portarsi sui pendii sotto la cima.
Dalla vetta panorama immenso in una giornata senza una nuvola; in bella mostra gli Ecrins con la Barre in bella evidenza.
Nonostante la discesa a ora tarda la neve ha mollato il giusto dalla cima fino a circa 2.700 metri, rendendo la discesa entusiasmante....neve primaverile ottima. Qualche saliscendi di troppo prima di arrivare al passo Galambra.
Pian piano che si scendeva la neve diventava sempre più marcia ma tutto sommato sciabile, prima di raggiungere la parte finale prima del Levi Molinari dove abbiamo tolto gli sci.
Solo noi sul Sommeiller, eccezion fatta per uno scialpinista che proveniva dallo Scarfiotti. Tanta gente sul Vallonetto e sul Truc Peyron, sicuramente più brevi come spostamento.
Consigliata ma per poco, il portage diventerà via via più lungo.
Oggi gran gita in compagnia del fidato compagno di avventure Flavio; un grazie a lui per la compagnia e per le dritte sulla tecnica di discesa.
Sicuramente la più bella discesa della stagione per qualità della neve e per caratteristiche della gita.
Giorno di ferie magnificamente speso!

Gita caricata il 22/04/15
Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud-Est
quota partenza (m): 1769
quota vetta/quota massima (m): 3333
dislivello totale (m): 1564