Maledia (Cima della) Cresta SE

La gita

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle

Un week end al Pagarì è tradizione oramai da qualche anno e siccome la Maledia l'abbiamo già salita dal suo canalino più volte, abbiamo optato per la via di cresta.

A detta di Aladar è migliore come roccia e passaggi rispetto alla più lunga traversata degli Italiani (migliore dal punto di vista paesaggistico).
Effettivamente l'abbiamo trovata bellissima, roccia ottima, difficoltà, come sottolineato anche da altri, non banali, ma non tali da mettere ansia.
Il primo tiro di IV è vecchio stampo, ma molto ben protetto ed una fettuccia ed un cordino aiutano in caso di difficoltà...per il resto bellissimi saliscendi su torrioni per placche, fessure e diedrini spettacolari.
La linea è sempre abbastanza evidente ed in cresta, solo l'ultimo torrione lo si aggira per un canale alla sua sinistra, ottimamente segnalato da un ometto che si vede salendo.

Fatta in compagnia di Fabry e Stefano, gli amici con i quali condividere queste esperienze, dà maggior risalto alla salita.

Bello salutare mia moglie Enrica e Serena sulla cima del Clapier e sapere poi che hanno compiuto la traversata Clapier-Peirabroc-Cima di Pagarì!!

Ed in ultimo un ringraziamento particolare ad Aladar (e sua moglie) per tutto ciò che rappresenta e fa per la zona.
Come ci siamo detti salutandoci, al prossimo anno!!

Gita caricata il 22/08/13

Le foto

dopo la serriera di Pagarì ecco l'inizio della cresta e delle difficoltà
verso il tiro di IV
belle placche
passaggi dei vari torrioni 1
passaggi dei vari torrioni 2
passaggi dei vari torrioni 3
In vetta
...
al prossimo anno!!
Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

difficoltà: AD- :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1213
quota vetta (m): 3061
dislivello complessivo (m): 1848